Prima Squadra Serie B

Pranzo Più corsara a metà in Puglia

Missione compiuta! La Pranzopiù Athletics con la bella vittoria conquistata in Gara 1 della lunga trasferta nell’entroterra pugliese, a Matino, ottiene la matematica qualificazione ai preliminari di coppa Italia di serie B che avranno luogo il 15 ed il 16 settembre prossimi. Questa prima fase si giocherà con la formula dei concentramenti a tre squadre, che si contenderanno l’accesso di un solo Team, a girone, al turno successivo. Bisognerà quindi attendere ancora una settimana per conoscere gli abbinamenti definitivi dei gironi che, in ogni caso, saranno concepiti con il criterio della vicinanza geografica. Per quel che riguarda la Regular Season, come da pronostico, San Marino e Castenaso vanno ai play off e si contenderanno la leadership del girone, importante per eventuali spareggi da giocare sul campo amico, nello scontro diretto di sabato prossimo, l’Unione Picena, invece, saluta la serie B e retrocede mestamente in serie C1, mentre, per la seconda retrocessione tutto è rimandato all’esito degli incontri dell’ultima giornata con la squadra di Bologna involontariamente coinvolta. Infatti Matino e Cupra saranno costrette a tifare Athletics in quanto questi ultimi se la vedranno con l’altra pericolante, il Modena. Nemmeno un pareggio, sulla carta, servirebbe alla squadra della ghirlandina, infatti, nell’eventualità di successo pieno del Matino ad Imola e dando per scontato un doppio successo del Cupra contro l’Unione Picena, la squadra marchigiana sarebbe in vantaggio negli scontri diretti. Altresì, se Matino uscisse senza vittorie da Imola e Modena pareggiasse a Bologna, a retrocedere sarebbe la squadra pugliese. Il verdetto viene quindi rimandato ai 18 inning finali del campionato.
Gara 1: Prova d’orgoglio della piccola flotta bolognese arrivata in treno, poi in pullman, a Matino. Gli assenti per vari motivi (salute, scuola, lavoro, ferie) erano ben 6. Poppi schierato come partente. Vantaggio Athletics al secondo inning (2 a 0) grazie alle valide di Carrà. Poi si assiste al ritorno della squadra di casa che prima impatta, al quarto, poi va in vantaggio 4 a 2 al quinto inning. Avvicendamento sul monte con Roncarati (vincente) che subentra a Poppi. Al sesto inning la Pranzopiù inanella quattro valide, Pontini e Pozzarini (1 doppio) in evidenza, che portano 4 punti allo score bolognese. Finale di gara con entrambe le difese ermetiche, dal box di battuta non arrivano altre impennate ed il risultato finale vede prevalere gli Athletics per 6 a 4. Ottimo l’arbitraggio.
Gara 2: Il Matino deve giocarsi tutto per ottenere la vittoria e sperare nel buon esito della propria trasferta ad Imola, ed inizia subito con i fuochi d’artificio e dopo soli due inning conduce già per 8 a 4. Questa partita viene condizionata dalla scelta di zona dello strike dell’arbitro di casa base, ne consegue, sia da una parte che dall’altra, la concessione di troppe basi gratis che non aiutano la spettacolarità del gioco. Quando Gerbi prende il posto di Torreggiani il risultato sembra compromesso, ma la partita vive altri momenti palpitanti con D’Andrea (2 su 4) Bondioli (2 su 5) e Deligia (2 su 5 con un triplo), fino ad arrivare punto a punto all’ultimo inning dove gli Athletics tentano la rimonta arrivando ad un solo punto dal pareggio, ma soccombono con l’uomo in terza, 13 a 12, e con la squadra di casa che ha avuto il merito di contenere l’ultimo assalto di Bologna mettendoci il cuore, può tirare un sospiro di sollievo.