E i Cadetti chiudono l’andata facendo en-plein, 11-8 sulla Fortitudo

Alessandro Montanari (Cadetti 2013)
Lo swing di Alessandro Montanari

Bella vittoria domenica a Casteldebole per la nostra Cadetti che a differenza di quanto dica l’esiguo distacco finale, il tabellone al termine segnerà 11 punti contro 9, è stata costantemente in vantaggio.
Aldilà della cronaca, il dato confortante è come è stata costruita la vittoria che ha visto nell’epilogo finale dell’eliminazione a casa base da parte di Alessandro Montanari sul fortitudino Carlo Banno, il giusto riconoscimento al nostro ricevitore, trascinatore della squadra.
Partenza a razzo del nostro lineup sul partente Nicolò Clemente che dopo aver concesso la base a Riccardo Giglioli subisce le valide di Alì Hamza e di Zafar Husnain.
L’errore del ricevitore fortitudino sul pop di Alì Farman e il sacrificio al centro di Carlo Villanueva portano i primi 3 punti in cascina.
Al cambio campo dopo l’eliminazione di Carlo sul leadoff avversario e la base di Andrea Nanetti, la difesa si scompone e il triplo di Andrea Ferini sul nostro Alì Farman riporta sotto i padroni di casa che però si fermano al 3-2.
Da quel momento le mazze biancoblù vengono ammutolite per i 3 inning successivi grazie alla cerniera sulla via 2°base/interbase con i nostri Villanueva e Stagni e alle 3 eliminazioni al piatto di Alì.
Le nostre mazze invece al terzo costringono il cambio del monte fortitudino. Dop i due errori su Giglioli e Alì Hamza, il doppio di Zafar e il singolo di Alì Farman costringono il manager Baldi al cambio con Andrea Nanetti che subisce il singolo all’esterno centro di Carlo Villanueva che porta lo score sul 6-2.
Al quarto nuovo giro di punti con il doppio di Paolo Villanueva, l’errore su Giglioli, la base su Alì Hamza e i singoli del solito Zafar e Alì Farman. Il singolo al centro di Giulio Stagni porta a 5 i punti dell’inning e ad una sola segnatura dalla matematica vittoria.
Al quinto spunta fuori una vecchia caratteristica delle nostre formazioni e cioè quella di complicarsi la vita per la paura di vincere.
Tre basi per ball del rilievo Zafar e un errore in prima riavvicinano i fortitudini che però si fermano grazie alla difesa che coglie fuori base Paul Mertens ed elimina al volo Davide Bellotti.
Sembra chiusa ma evidentemente a noi piace la suspance e nell’ultimo assalto la Fortitudo prova a ribaltare l’incontro.
Con un eliminato e uomo in prima, i singoli di Giacomo Capiello e Mertens spostano lo score sull’11-7. Paolo Villanueva, entrato sul monte al 6°, si produce nella seconda eliminazione al piatto e concede la base all’ultimo in battuta. Il doppio a sinistra di Carlo Banno porta ad altre due segnature e lo stesso Banno deve poi spegnere le proprie velleità quando, spintosi a casa sulla rimbalzante di Nanetti, è costretto ad impattare su Alessandro Montanari che lo elimina e chiude l’incontro.

TABELLINO
ATHLETICS 3 0 3 5 0 0 0 = 11 11bv
FORTITUDO 2 0 0 0 3 0 4 = 9 6bv

Athletics: P.Villanueva(1/5); Giglioli (0/4) Alì Hamza (1/3); Zafar(4/5); Alì Farman(2/4); C.Villanueva (1/3); Montanari(2/3); Stagni (1/3); Labanti (0/2); Terzi(0/2);
Doppi: Montanari; Zafar (2); P.Villanueva

Lanciatori: Alì Farman (3rl, 3so, 3bv, 4bb); Zafar (2rl, 3so, 3bv); P.Villanueva (2rl, 2so, 3bv, 4bb);

P.S: La Federazione ha successivamente omologato l’incontro con il risultato di 11-8 attuando inoltre alcuni provvedimenti disciplinari. Le decisioni sono visibili al seguente indirizzo (http://www.fibs.it/Comunicati/990805.pdf)

I commenti sono chiusi