Ieri a Pianoro gli Allievi sono riusciti ad evitare la pioggia, non l’ennesima sconfitta. E anche questa volta una brutta sconfitta.Non tanto nel risultato (7-3 per i nostri avversari) quanto nell’atteggiamento e nel modo in cui hanno giocato. La Nuova Pianorese è una squadra tecnicamente al nostro livello se non addirittura inferiore, composta di un paio di elementi di esperienza ed un mucchio di ragazzi (alcuni anche anagraficamente come categoria) se non all’inizio quasi. Tuttavia con una voglia ed un impegno che i nostri da tempo non dimostrano più. Nè tantomeno sanno cosa vuol dire giocare “per la squadra”. E questo fa’ la differenza.

Per la cronaca una buona prestazione dal monte, in assenza di Casanova, di Greco che fa’ quello che gli viene chiesto di fare, cioè tirare strike e far battere gli avversari. Nei primi tre inning subisce 3 punti, ma per colpa di ben 4 errori difensivi contro le sole 2 valide. Nel quarto inning invece comincia a sentire la stanchezza e ne prende altri 4 con 3 valide, 1 bb ed 1 errore. Dall’altra parte il partente Toninello nei primi 3 inning compie un percorso quasi netto visto che il solo andato in base (Montanari per errore su rimbalzante) viene colto fuori base sulla linea di Monda, per il resto solo out (con 6K). Nel quarto attacco invece anche lui accusa la stanchezza e subisce due valide (Civolani e Monda) e regala due bb subendo quindi 1 punto. Il secondo punto entra sull’errore del terza base su battuta di Bonetti a basi piene, ma i gialloverdi non riescono a concretizzare null’altro visto che la ripresa si chiude coi i K su Saiani e Greco. Negli ultimi due inning per gli Athletics lancia Olivieri che non subisce punti, realizza 2K e questa volta viene assistito dalla difesa, in particolare dal duo (dal sapore di Ragazzi) SS/2B Montanari/Bonetti che realizzano 3 delle 6 eliminazioni complessive, con due out in seconda. In attacco invece solo un punto realizzato al 6° per fissare il punteggio sul 7-3 finale.

Continua così il trend negativo dei nostri, partiti meglio di quanto si sperava prima dell’inizio del campionato, ma ora in decisa involuzione. E non sarà certo la Fortitudo B capolista l’avversario per sperare in qualcosa di meglio, sabato prossimo al Pilastro.

Forza A’s!