Allievi Giovanili

WINTER LEAGUE, Allievi 1W e 1L

Dopo la pausa natalizia è ricominciata domenica 15/1 la Winter League 2016/2017 e finalmente è scesa in campo la nostra squadra Allievi, non impegnata nell’unica giornata del torneo svoltasi nel 2016. Nella prima giornata 2017 i nostri ragazzi hanno affrontato e regolato abbastanza facilmente la Nuova Pianorese (9-2) mentre ieri sono stati sconfitti dal San Marino (3-6), vera bestia nera di questo gruppo, in una partita molto avvincente.

Dopo la lunga inattività (ultima partita ufficiale ben 3 mesi prima) gli Athletics hanno mostrato fin da subito voglia di giocare e hanno lasciato pochissimo spazio alla giovanissima squadra pianorese, colpendo subito duro e lasciando nulla in difesa. Sugli scudi in attacco Bonetti e Olivieri, entrambi a 2/2, mentre dal monte il nuovo acquisto Nepoti (non nuovo però a vestire gialloverde dopo essere stato dei nostri nelle due ultime partecipazioni al Torneo di Collecchio), ex Castenaso, che in 2 inning non consente punti ai nostri avversari e ottiene 4K.

Ben diversa la partita contro il San Marino, con cui nella scorsa Winter League (ragazzi, dato che il grosso del gruppo attuale proviene appunto dalla categoria più giovane) abbiamo rimediato 3 sconfitte su altrettanti incontri, sempre in partite strette nel punteggio. E anche quella di ieri è stata un partita combattuta. Cronaca: San Marino segna due punti nella parte alta del primo inning colpendo due valide e sfruttando un errore della difesa, ma nonostante le basi piene e un solo out i nostri riescono a contenere gli avversari, grazie ad un K di Nepoti, partente, e ad una non facile assistenze 4-3 Bonetti-Saiani. In attacco i gialloverdi sono molto disciplinati nel box e sfruttando la giornata storta dei lanciatori sanmarinesi, con Mancini che regala ben 6 basi gratis nel solo primo inning, ottengono i 3 punti del vantaggio. Nel secondo inning San Marino pareggia: Nepoti passa i primi tre avversari in base gratis, poi una lunga volata con bella presa di Casanova non riesce ad evitare l’ingresso del punto avversario. Il nostro lanciatore chiude poi l’inning con due K.

Nella parte bassa del secondo sembra non fermarsi l’emorragia di basi gratis di Mancini che dopo averne regalate altre due viene giustamente rilevato da Beccari. La musica cambia radicalmente dato che sono 3 K su 3 avversari. Inizio terzo (e ultimo, dato il tempo in esaurimento) e siamo 3-3. Nepoti ancora sul monte, pur con molti lanci nel braccio. Ma è la parte bassa del line-up sanmarinese e i primi due battitori vanno facilmente K. Poi, col conto di 2 strike e 2 ball, Beccari tocca una quanto meno fortunosa valida interna. Sul monte sale Casanova per cercare l’ultima eliminazione, ma il nostro non trova quasi mai l’area dello strike e regala 3 basi gratis, ma soprattutto 3 wild pitch che costano 2 punti. Nemmeno Montanari, subentrato a Casanova, riesce nel compito di fermare gli avversari e con 2 basi gratis concede il punto del 3-6. Ultimo attacco e sembra già tutto scritto, ma Monda arriva in base su errore del terza base, Caprini Thomas va K, il fratello Mattia ottiene la base gratis, Bonetti K, Montanari base ball. Così a basi piene Olivieri in battuta tocca in diamante, ma l’assistenza del seconda base cancella le speranze giallo verdi.

Cosa dire? Le prime due partite hanno dimostrato che i nostri sono già abbastanza in palla, sufficientemente concentrati e disciplinati. San Marino è probabilmente più forte di noi, ora. Ma abbiamo ancora due partite, con Carpi e Minerbio, per raggiungere almeno il secondo posto e le semifinali del 19/2. Poi magari ritrovare San Marino in finale, come la scorsa stagione. E allora chissà…

Forza A’s!