Allievi Giovanili

Allievi, buon inizio di campionato

Doverosa premessa regolamentare: da quest’anno è avvenuto un importante cambiamento nella categoria, non solo di denominazione (da Allievi a Under 15), ma sopratutto di misure delle basi e del monte di lancio, ora equiparate a quelle seniores. Questo cambiamento, se effettivo a livello nazionale, a livello regionale è stato derogato mantenendo le distanze dello scorso anno e dato che entrambe le formazioni schierate dalla nostra società parteciperanno a questo campionato sulle pagine di questo sito chi vi scrive continuerà a parlare di Allievi.

Come anticipato due le squadre in campo, una denominata Bologna, campo di casa Pilastro, composta dal nucleo portante della squadra Ragazzi dello scorso anno che si è aggiunto ai ragazzi del 2003 già in categoria. L’altra, denominata Ozzano, campo di casa il Tiberio di Ozzano appunto, costruita per far fare giocare il più possibile tutti quei ragazzi che non avrebbero trovato il giusto spazio nell’altra formazione, per motivi di esperienza, con l’aggiunta di alcuni nati nel 2002 che non avrebbero avuto altrimenti modo di giocare nell’Under 18.

Ieri pomeriggio allo Spisni vs la Fortitudo gli Athletics Bologna sono stati protagonisti di una prestazione quasi perfetta, vincendo 11-1 senza che il risultato fosse mai stato in discussione. Assoluto protagonista Riccardo Nepoti, splendido neo acquisto della nostra società, proveniente dal Castenaso, ma ben conosciuto ai nostri ragazzi data la sua partecipazione con gli Atheltics al Torneo di Collecchio nelle ultime due estati. Pochi, ma emblematici numeri a descrivere la sua prestazione: 4 inning, 12 eliminazioni di cui 11 al piatto, zero punti subiti, 1 sola valida e 1 sola base ball. A questo aggiungiamo che in attacco i nostri hanno toccato valido ben 7 volte (assoluto protagonista Federico Olivieri con 3/3), sfruttato i regali avversari (11 bb e 2hp) ed il risultato è presto fatto. Anzi poteva essere più pesante per i nostri avversari, visti gli 11 corridori lasciati in base. Infine, particolare non da poco dopo la tragicomica stagione scorsa (ricordiamo zero vittorie e 12 sconfitte nel solo campionato), una grande concentrazione e spirito di squadra. Insomma miglior inizio era difficile sperare.

Prima di raccontare della prestazione di questa mattina della squadra Ozzano faccio un’ulteriore premessa a spiegazione di quanto scriverò nel corso di tutta la stagione. Come detto questa squadra è nata per far giocare chi altrimenti lo avrebbe fatto a fatica e proprio per questo, formalmente, è una “deroga alla deroga”, schierando nati nel 2002 e anche ragazzi della formazione di Bologna a dar supporto in ruoli scoperti. Perciò sul sito FIBS anche quando avranno vinto sul campo il risultato sarà sempre una sconfitta (a tavolino). Ma quello che leggerete su questo sito sarà sempre e solo il risultato del campo.

Detto ciò passiamo alla cronaca che ha visto il Longbridge prevalere sui nostri per 8-6. A metà del quarto inning però gli Athletics erano sopra (4-3), grazie ad una buona prestazione dal monte di Lorenzo Veronesi, a qualche buona battuta (citiamo Matteo Civolani e Stefano Tassinari) e anche a qualche errore della difesa avversaria. Ma dopo il pareggio del Longbridge nella seconda parte del quarto e il nuovo vantaggio giallo verde nella parte alta del quinto grazie allo splendido doppio di Casanova contro la recinzione (6-4) i nostri avversari facevano il pieno contro il rilievo Tassinari, non troppo controllato e prendevano quel vantaggio (8-6) che avrebbero tenuto fino alla fine. Complessivamente comunque un buon inizio per una squadra che di esperienza ne ha davvero poca.

Prossimi impegni a Ferrara per la squadra di Bologna domenica 9 mattina mentre la squadra Ozzano affronterà la Fortitudo in casa lunedì 10 alle 18:00.

Forza A’s!