Giovanili Under 21

Doppia sconfitta per l’Under 21

Festa dei lavoratori amara per l’Under 21 che incassa due sconfitte a S. Giovanni in Persiceto e resta a quota zero nella casella delle vittorie: la prima arriva nella prosecuzione dell’opening game interrotto per oscurità lo scorso primo aprile, la seconda nella gara in programma da calendario. Quest’ultima è stata caratterizzata dalla penuria di lanciatori nel nostro bullpen che ha costretto il manager Cesari a schierare giocatori non di ruolo e che da molto tempo non si cimentavano sul monte. Tutti si sono disimpegnati egregiamente, di più certo non potevano fare anzi, l’area l’hanno trovata con disinvoltura ma, come prevedibile, non sono riusciti a contenere l’attacco avversario.

Cronaca gara 1

Ci eravamo lasciati sul 5 a 5 a fine nono (vedi articolo “Opening game infinito”) e con l’attacco numero 10 degli Yankees da iniziare: nella prosecuzione sul monte gialloverde viene confermato Giacomo Guidi che però manda in base i primi sei battitori affrontati con tre basi ball, due bunt che si trasformano in una scelta difesa con tutti salvi ed in un singolo interno e la valida da 2 RBI di Borghi, entrano quattro punti per gli Yankees e meno male  che una battuta in doppio gioco di Linarello limita i danni. Il decimo attacco Athletics produce solo una base ball allo stesso Guidi ma senza esito e dunque la gara si conclude sul 9 a 5 per gli Yankees.

Cronaca gara 2

I partenti sono Manuel Italia per gli Yankees ed ancora Giacomo Guidi per gli Athletics e, nonostante tre basi ball, il nostro primo attacco non produce nulla mentre gli Yankees nella parte bassa segnano con il triplo di Borghi spinto a casa dal singolo di Sacchetti. Al secondo gli Athletics segnano quattro punti con la base a Capelli, i singoli di Lama, Ponseca, Errico (2RBI per lui) e, dopo l’out di Ballestri che spinge a punto Ponseca, anche di Lisi che fa segnare Errico. Al terzo altro punto entrato per i gialloverdi con altri tre singoli di Capelli e, dopo la base a Lama, di Errico (altro RBI) e Ballestri. A questo punto Guidi, già caricato di una trentina di lanci nella gara precedente, viene rilevato da Montanari che al terzo incassa ben quattro punti frutto di cinque basi ball, un colpito a basi cariche ed il singolo di Borghi e viene rilevato da Cosattini, che non vedevamo sul monte davvero da molto tempo, che riesce a chiudere la ripresa con due K anche se un errore fa entrare il punto numero 6 per gli Yankees che si portano in vantaggio. Ad inizio quarto Talarico rileva Italia sul monte biancoazzurro e non concede nulla mentre nella parte bassa entrano altri due punti per i padroni di casa con il singolo di Borghi, il doppio di Muncescu ed una “dubbia” chiamata arbitrale su una battuta di Sacchetti sul lanciatore che assiste in terza ma, secondo l’arbitro, Borghi è salvo e si va sull’8 a 5 per gli Yankees. Gli Athletics accorciano al quinto con Ponseca, colpito, che ruba la seconda e segna sull’ennesimo singolo di Errico (3/4 con ben 4 RBI). Ad inizio quinto Monopoli rileva un comunque più che positivo Cosattini, anche lui non lanciava da parecchio ma compie appieno il proprio compito, ovvero lanciare strike. Purtroppo viene toccato dai singoli di Cocchi, Borghi e Sacchetti a cui si aggiungono un errore sulla rimbalzante di Bussolari ed un balk che causano altri tre punti per gli Yankees portando il risultato sull’11 a 6 che diventa 13 a 6 al sesto con la base a Talarico ed altri tre singoli di Piccinini, Cocchi e Borghi a cui segue la volata di sacrificio di Bussolari, sarà questo il risultato finale.

Poco altro da dire, purtroppo i lanciatori impiegati due giorni prima con l’Under 18 non erano utilizzabili per regolamento e dunque chi è salito sul monte ha fatto in pieno quanto era nelle proprie possibilità, di più davvero non si poteva chiedere, credo anzi che soprattutto Cosattini e Monopoli che non lanciavano da così tanto tempo meritino un plauso per la loro disponibilità e attaccamento ai colori.

Prossimo appuntamento venerdì 5 maggio alle ore 18 al Pilastro contro Godo.