Un poker di partite in appena quindici giorni per i nostri giovani Athletics composti da ragazzi del vivaio giallo-verde di Bologna e di quello Virtussino, che si allena a Ozzano. Si inizia il 13 maggio con la trasferta a Modena, dove la nostra compagine si è imposta per 16 a 9 contro un’ottima squadra, disputando la partita quasi perfetta. Incuranti della scoppola presa dai Modenesi, nella prima giornata di campionato regolare, i nostri leoncini hanno giocato da subito con tenacia e concentrazione mettendo a segno azioni di livello, addivenendo ad un risultato positivo che non lascia dubbi sull’andamento della competizione. Segnaliamo l’ottima prova in attacco del nostro Carolingi Alessandro, che è andato a punto ogni volta che è entrato nel box di battuta; lo stesso ha fatto il giallo-verde Colombo Luca, per l’occasione particolarmente ispirato, ha disputato la migliore partita da quando milita nelle nostre fila, sia in attacco che in difesa, assistendo con rapidità, precisione ed efficacia i propri compagni. Al 4° inning, spettacolare doppio gioco, tutto di Andreoli Giacomo in prima base, che dopo aver agguantato al volo una potente battuta lungo la linea di foul di destra, si proiettava sul cuscinetto cogliendo in fallo il precipitoso distacco del giocatore avversario.

A’s = 4+4+0+4+4+0 = 16 Modena = 4+0+4+1+0+0 = 9

La seconda partita casalinga del 18 maggio contro gli Yankees di San Giovanni di Persiceto, si intavolava immediatamente su un equilibrio di prestazioni in attacco e in difesa delle due formazioni. A determinare la conclusione della gara, ha concorso, purtroppo, una sfortunata ingenuità del nostro Luca, il quale, al 4° inning, sul punteggio di 9 a 7 a sfavore, dopo aver subito il secondo strike-out consecutivo, nell’incamminarsi verso il dugout amico, gettava a terra platealmente la mazza e il caschetto, determinando l’incresciosa definitiva decisione del direttore di gara. Lo stesso, infatti, successivamente aver espulso il nostro nr. 85, per atteggiamento irriguardoso, decretava la fine immediata della partita, perché la squadra bolognese sarebbe rimasta in 8 giocatori, dopo aver consumato i 3 cambi disponibili nell’inning precedente. Ahimè!!

Yankees = 0+1+4+4 = 9 A’s = 4+1+2+sosp = 7

La terza partita, del 28 maggio, sempre casalinga, disputata contro la Fortitudo Aquilotti, regala poche emozioni e molti sospiri. Purtroppo, la formazione della F scudata, è l’unica del nostro girone, che con il proprio potenziale di livello, suscita nei nostri giovani, ancora un’inspiegata ansia da prestazione, inibendo ogni velleità di intavolare una gara competitiva, riducendo i nostri pargoli a mere comparse. Ahimè al quadrato!!

Fortitudo Aquilotti = 1+4+3+0+4+1 = 13 A’s = 2+0+2+0+0+0 = 4

Ultima partita, del 31 maggio, disputata contro il Sasso Marconi al Copernico, ridotta a semplice amichevole, per la mancanza del numero legale dei giocatori appenninici, vinta per 13 a 3 al 4° inning. Sospesa perché il prolungarsi della contesa avrebbe incontrato il calare dell’oscurità e gli stomaci (soprattutto quello dell’arbitro presente) cominciavano a reclamare gustose cene familiari.

Sasso Marconi = 0+2+0+1 = 3 A’s = 4+1+4+4 = 13

In queste 4 partite (3 escludendo quella con la fortitudo, Ahimè al cubo), i ragazzi hanno mostrato una crescita continua, dando lustro al prezioso e sapiente lavoro dei nostri tecnici che seguono settimanalmente gli allenamenti. I pochi veterani della categoria, Riccardo, Axel, Giacomo, Luca e Gabriele Facchini, hanno saputo supportare nel migliore dei modi, con pazienza e prestazioni eccellenti i propri giovani compagni, come Alessandro, Alex, Tommaso, Gabriele Butucel, Sofian, Simone e Filippo, permettendo alcuni recentissimi innesti, come Noemi, Flavio, Elia e Rafael, per far crescere la squadra nel numero e nelle potenzialità, propiziando uno sguardo aureo verso un futuro senza dubbio roseo e colmo di soddisfazioni. Tutti ottimi elementi per impegno e voglia di giocare che stanno migliorando il proprio bagaglio tecnico individuale e di squadra molto rapidamente, tale da costituire un valido, rognoso ostacolo per le squadre affrontate. Tutto qui!!! Per oggi si!! Perché vorrei esulare dalla cronaca delle partite giocate e offrire un doveroso tributo a quegli Athletics – Virtus che non figurano nei vari rosters (ruolino dei giocatori), ma che sono sempre, costantemente presenti e fondamentali per l’impegno profuso dalle nostre squadre giovanili: mi riferisco ai papà e alle mamme dei nostri giovani atleti. Anche oggi, (31 maggio, ndr) hanno contribuito all’ennesima “fatica” per allestire il campo del Copernico, innalzando reti metalliche e materassini, permettendo lo svolgersi della partita in precisa osservanza delle regole di campo federali, puntellando le basi delle reti con pesanti e polverosi sacchi di sabbia, incuranti della possibilità di contaminare con polvere o materiale ferroso i propri abiti. Vorrei quindi chiedere ai gentili e cortesi lettori di unirsi allo scrivente per regalare un grande

GRAZIE!!!

alle mamme e ai papà, Athletics – Virtus per la loro opera, tanto preziosa quanto silenziosa, di propria spontanea volontà, nelle varie categorie giovanili, dagli esordienti alla serie A, dall’erezione di strutture metalliche alla redazione degli scores, dalla preparazione di gustosi banchetti per le varie manifestazioni alla divulgazione del merchandising, dalla redazione di articoli alla costante precisa informazione sull’andamento e risultato delle partite.

Forza, orgogliosamente A’s – Virtus.