Nel prestigioso scenario dello “Jannella” di Grosseto, uno degli stadi più belli e gloriosi del baseball italiano dove la squadra locale ha vinto tanti scudetti ed ospitato numerosi campioni del passato, svanisce il sogno dell’Under 18 di qualificarsi alla final four dell’1 ottobre a Modena che assegnerà lo scudetto 2017. I gialloverdi escono dai quarti di finale con due sconfitte maturate in maniera completamente opposta: contro il Nettuno Academy gli Athletics sono rimasti pienamente in partita fino a metà sesto dopo aver condotto fino a metà terzo per poi crollare nel finale, mentre contro il Macerata Hotsand hanno incrociato la batteria della Nazionale, reduce dai Mondiali di categoria, sono andati sotto nettamente fin dall’inizio e non sono riusciti a recuperare nel finale nonostante un’ottima occasione al sesto inning. Ma vediamo nel dettaglio la cronaca dei due incontri che hanno posto fine all’ottimo campionato dei nostri giovani.

Nettuno Academy – Athletics                      10-3

Punteggio che assolutamente non fotografa l’andamento della gara, combattuta ed equilibrata fino a metà del sesto inning. I due partenti sono Andrea Campagna per i laziali e Davide Ballestri per gli Athletics, il quale esce bene dal primo da una situazione di prima e seconda occupate ed un solo eliminato. I gialloverdi inquadrano bene i lanci del partente nettunese ed al secondo arriva il vantaggio frutto dei quattro singoli di Lisi, Errico (3 su 4 per lui nel box), Monopoli e Capponcelli che fruttano un solo punto per le ottime coperture degli esterni avversari. Al terzo arriva il raddoppio con il singolo di Ballestri che avanza su lancio pazzo e la grounder di Lisi e segna il 2 a 0 sul singolo di Errico. Poi però il nostro partente va in difficoltà, concede le basi ball consecutive a Calisi e Cecconi che avanzano su lancio pazzo, sembra riprendersi con i K su De Angelis e Cianfriglia, ma poi il doppio di De Santis, una lunga volata non valutata bene dall’esterno sinistro, vale i punti del pareggio ed un pop di De Baggis tra terza e casa base su cui la nostra difesa pasticcia malamente porta a casa anche De Santis per il 2 a 3. La squadra 

reagisce e pareggia subito al quarto: Monopoli finisce K ma la palla sfugge al catcher che poi sbaglia l’assistenza in prima ed il battitore arriva salvo, avanza su lancio pazzo, le basi a Capponcelli e Cosattini riempiono i cuscini e Monopoli segna sulla volata di sacrificio di Ballestri (3 a 3), poi i corridori avanzano su errore di tiro a casa ma Migo alza un fly in diamante ed è il terzo out lasciando seconda e terza occupate. Ballestri fatica a trovare l’area dello strike (ben 7 basi ball concesse) e, dopo i 4 ball a Calisi in apertura del quarto, viene rilevato da Errico, il bunt di Cecconi porta Calisi in seconda, un lancio pazzo lo spinge in terza ed il singolo di De Angelis vale il 3 a 4, gli altri due singoli consecutivi di Cianfriglia e De Santis riempiono i cuscini ma l’ottima presa al volo di Ballestri all’esterno centro sulla difficile volata di De Baggis ed il pop in diamante di Sarrocco evitano ulteriori danni. Al quinto con Errico in prima (singolo) ed un eliminato scende dal monte Campagna rilevato da Bilancioni e per il nostro attacco si spegne la luce, nei successivi attacchi solo un arrivo in base, peraltro su errore, poi nient’altro. Dopo un quinto inning chiuso bene grazie ad una linea che diventa un doppio gioco, al sesto arriva il big inning dei laziali 

che fa prendere al punteggio dimensioni esagerate e troppo pesanti per i gialloverdi. Aprono i singoli di De Angelis e Cianfriglia, il triplo da 2 Rbi di De Santis vale il 6 a 3 ed il singolo di De Baggis il 7 a 3 che porta al cambio sul monte con Cosattini che rileva Errico aprendo con il K su Sarrocco ma il singolo di Ludovisi porta De Baggis in seconda, i due avanzano su lancio pazzo, la base a Scerrato riempie i cuscini ed il doppio a basi piene di Calisi li svuota per i 3 punti del 10 a 3, poi lo stesso Calisi è out nel tentativo di raggiungere la terza e la grounder di Cecconi chiude una ripresa difficilissima per la nostra difesa. Il settimo attacco Athletics si chiude con tre rapidi out e la partita si conclude.

Punteggio ingeneroso per gli Athletics, rimasti pienamente in partita fino a metà sesto, purtroppo Ballestri ha faticato a trovare l’area di strike, è sceso dal monte prima del previsto e sui rilievi il potente attacco nettunese si è scatenato battendo 11 valide di cui 6 a sesto inning.

Successione punteggio Lanciatori
Athletics 0 1 1 1 0 0 0 = 3 Bv 7  E 2 Ballestri D.  (L) 3+ip, 4r, 2h, 7bb, 5k
Nettuno Academy 0 0 3 1 0 6  r = 10 Bv 11  E 2 Errico M. (R) 2+ip, 4r, 7h, 1bb, 0k
Cosattini E (RF) 1ip, 2r, 2h, 1bb, 1k

Box Score
Cosattini E. 0/3 1bb
Ballestri D. 1/3 1r, 1rbi
Migo D. 0/4
Lisi L. 1/4 1r
Errico M. 3/4 1rbi
Capelli L. 0/3
Monopoli L. 1/3
Montanari F. 0/2 Lama I. 0/1
Capponcelli P. 1/2 1bb,1rbi

 

Athletics – Macerata Hotsand         2-6

Subito in campo i gialloverdi per la seconda gara del trittico contro i marchigiani: i partenti sono Lorenzo Capelli per gli Athletics ed Oscar Tucci per Macerata, uno dei lanciatori partecipanti alla spedizione azzurra ai Mondiali di categoria così come il ricevitore Lorenzo Morresi. Il lanciatore avversario si rivela ostacolo assolutamente insormontabile per il nostro attacco, la sua dritta ben oltre le 80 miglia orarie ed i suoi effetti risultano illeggibili per i nostri battitori, chiaramente non abituati a queste tipologie di lanci. Tutto quello che riescono ad ottenere sono un paio di basi ball ed un colpito, per il resto 15 K in 5 inning, statistica che non ha certo bisogno di commenti, d’altra parte non si va in Nazionale a caso e dunque questa performance poteva essere messa in preventivo. Dall’altra parte Capelli non è il solito: al primo colpito Mercuri, base a Dami, il bunt di A. Morresi spinge avanti entrambi i corridori ed un lancio pazzo vale lo 0 a 1, poi una ballerina tra terza e casa base su Dami e l’out di Lamberti chiudono la ripresa. Al secondo base a Giustozzi che avanza sul bunt di Turi, base anche a Gibson, singoli a seguire di Tucci e Mercuri con Giustozzi che segna lo 0 a 2, poi Capelli esce bene con un K ed un out in diamante. Al terzo poi il break decisivo dei marchigiani: base a L. Morresi, singolo di Lamberti e lancio pazzo che fa avanzare entrambi, dopo i K su Giustozzi e Turi, singolo da 2 rbi di Gibson (0 a 4), triplo di Tucci (0 a 5) e singolo di Mercuri (0 a 6) che portano al cambio di un Capelli molto sotto tono rilevato da un eccellente Lorenzo Monopoli, il migliore dei lanciatori proposti oggi dagli Athletics, che chiude la ripresa ed i successivi tre innings lasciando a secco gli avversari. Dopo cinque riprese di notte fondissima per il nostro attacco, al sesto Tucci viene avvicendato per raggiunto limite di lanci dal A. Morresi e la musica cambia: singolo di Monopoli, base a Ballestri ed errore sulla battuta di Errico. A basi piene sale allora sul monte Dami che fa entrare l’1 a 6 sulla volata di sacrificio di Lisi con Ballestri in terza ed il 2 a 6 grazie al singolo interno di Migo, la base a Silver riempie i cuscini ma Morselli finisce K, Lama è out al volo dal catcher e si spreca una grossa occasione per riaprire una partita che sembrava chiusa. Il settimo attacco Athletics infatti si chiude con tre su e tre giù e la partita finisce sul 6 a 2 per i nostri avversari.

Peccato per quell’occasione sprecata al sesto inning, ma già la netta sconfitta contro Nettuno aveva di fatto escludo gli Athletics dai giochi, comunque già essere in un contesto come quello dello Jannella e competere contro avversari di interesse nazionale senza sfigurare deve essere motivo di orgoglio e soddisfazione, essere tra le prime dodici squadre d’Italia ripetendo il risultato dell’anno scorso era l’obiettivo di inizio stagione. La squadra ha dato tutto quello che era nelle sue possibilità, di più era difficile pretendere, tutti hanno dato il massimo, e va fatto loro un grande applauso per dove sono riusciti ad arrivare.

Si è concluso il campionato ma non la stagione, ci sono altre due partite di Coppa Emilia da onorare, la prima delle quali si giocherà mercoledì 27 settembre alle ore 19.30 al “Torri” di Modena.

Successione punteggio Lanciatori
Macerata H. 1 1 4 0 0 0 0 = 6 Bv 10  E 1 Capelli L.  (L) 2.2ip, 6r, 6h, 5bb, 1hp, 1k
Athletics 0 0 0 0 0 2 0 = 2 Bv 2  E 1 Monopoli L. RF) 4.1ip, 0r, 4h, 0bb, 1hp, 4k

Box Score
Monopoli L. 1/3 1bb, 1r
Ballestri D. 0/3 1bb, 1r
Errico M. 0/3
Lisi L. 0/2 1rbi
Migo D. 1/3 1rbi
Capelli L. 0/1 Silver G. 0/0 1bb, 1hp
Capponcelli P. 0/1 1bb Morselli M. 0/1
Lama I. 0/3
Di Nuzzo F. 0/2 Cosattini E. 0/1