La Bignami Athletics vince il titolo nazionale indoor!

Domenica 9 marzo 2008 sarà una data che i piccoli ragazzi in giallo verde ricorderanno per lungo tempo. Dopo dieci anni da quel lontano 1997, gli Athletics di Bologna, sponsorizzati Autofficina Bignami, si riappropriano del titolo di Campioni d’Italia Indoor del Campionato Nazionale Categoria Ragazzi, spodestando i veronesi del San Martino Bonalbergo che da due anni detenevano meritatamente il titolo. La kermesse di domenica conclude questa competizione, 130 partite giocate tra dicembre e marzo, che ha interessato ben 700 ragazzi di età compresa tra gli otto e gli undici anni di età. 42 squadre suddivise in 5 raggruppamenti, che rappresentano il meglio del baseball giovanile italiano, unica grande assente il Nettuno. Gli Athletics sono giunti motivatissimi a questa finale prima di tutto vincendo il proprio girone di qualificazione. Le otto finaliste di domenica si sono affrontate divise in due girone da quattro, da una parte, oltre alla squadra bolognese, erano presenti lo Junior Grosseto (1° in Toscana), il Praissola S.Bonifacio (2° Veneto) e la Cairese (1° Liguria). Nell’altro girone San Martino Junior (detentore e 1° Veneto), Arezzo ed Oltretorrente Parma rispettivamente seconde nei toscano ed emiliano, ed il Cervignano, vincente il girone di Rovigo che vedeva la presenza di squadre romagnole e friulane.

Gli Athletics partivano forte regolando i giovani liguri (7 a 0) con Zanini, Monti e Paganelli su tutti ed un ottimo monte di lancio, poi in una partita al cardiopalmo battevano di misura il Grosseto, passato in vantaggio al primo inneng e riacciuffato e superato dal profondo homer da due punti di Paganelli, al quarto. L’affanoso assalto finale dei maremmani veniva egregiamente contenuto dal closer Zanini e da un preciso colto rubando, in seconda, del catcher Monti. Terzo incontro con il Praissola, squadra della provincia veronese che, come gli Athletics crede ed investe molto nel settore giovanile, con giovani lanciatori dal grande potenziale futuro. La partita è decisiva al di là di tutti i conteggi possibili in caso di arrivo alla pari. Due inning decisamente in mano ai partenti Guarda (VR) e Monti (BO), al terzo i veronesi riempiono le basi, ma Silvestri, recuperato all’ultimo da un infortunio, chiude con uno strike out. Al quarto attacco bolognese una base gratis ed un singolo interno di Zanini mettono in apprensione la difesa del Praissola il cui pitcher concede ancora due basi ed un doppio in controcampo di Malavasi che decretano il 3 a 0 finale. Nell’altro girone prevalgono San Martino (7-3 al parma 9-0 all’Arezzo e 6-0 al Cervignano) e la sorpresa Oltretorrente. La finale di consolazione tra Grosseto e Parma è bellissima. Vantaggio toscano: Brandi colpito, poi a casa sul doppio di Malentacchi (1 a 0) Al terzo Grosseto raddoppia ed è ancora protagonista Malentacchi che con un singolo spinge in terza Falini che poi raggiunge casa base per un errore di tipo del ricevitore parmense. Punteggio invariato fino all’ultimo inning dove Fuso, a basi scariche, fa esplodere tutta la potenza della sua girata battendo il fuoricampo che dimezza lo svantaggio. Parma insiste e riempie le basicon due valide ed una base su ball, ma il grossetano Falini mantiene i nervi saldi e salva la partita con due eliminazioni al piatto in sucessione. La Finalissima che conclude la manifestazione, è giocata davanti ad oltre 500 spettatori. Subito in vantaggio gli Athletics con Silvestri, su valida del solito Zanini, Paganelli segna il secondo punto su gioco forzato per una base gratis concessa a Menozzi. Dopo questo primo uno-due iniziale la partita vive due inning equilibratissimi con Monti intoccabile sul mound. Al quarto inning il San Martino ha una scatto d’orgoglio che si concretizza con il fuoricampo da un punto di Meliori che accorcia le distanze, ma Silvestri chiude con tre eliminazioni al piatto. Nel contrattacco bolognese è ancora Silvestri a chiudere la gara battendo un doppio per il punto a casa numero 3 firmato da Stagni. Silvestri segnerà poi il quarto ed ultimo punto degli Athletics sfruttando al meglio un lancio pazzo dell’ormai rassegnato lanciatore veneto. Dopo dieci anni il Titolo torna sotto le Due Torri. Un successo fortemente voluto, in primo luogo dai ragazzi che, sul campo, hanno dimostrato grinta e carattere nonché ottime qualità tecniche ed atletiche, con loro, il sodalizio di via Pirandello, abbraccia idealmente anche allenatori, dirigenti, sponsor e genitori di questi splendidi ragazzi che ci hanno voluto regalare una grande giornata di forti emozioni. I premi individuali sono andati ai bolognesi Federico Monti come miglior lanciatore del torneo, 0 punti subiti in 6 riprese lanciate e ben 16 strike out ottenuti, ed a Samuel Silvestri, premio MVP della Finale, offerto dalla WinnerEagle di Livorno, mentre il premio come miglior battitore è stato assegnato a Alberto Tomasin del Cervignano Tigers. Hanno partecipato alle premiazioni Eros Reggiani, Presidente del Comitato Regionale Baseball Emilia Romagna e Dimes Gamberini, allenatore e selezionatore della Nazionale Centro, categoria Ragazzi.

Seguici anche su Instagram !