Un’ottima annata

Con l’eliminazione dalla Coppa Emilia (passa il turno la Pianorese per la miglior differenza punti negli scontri diretti) si è conclusa la stagione della squadra Allievi e come ogni anno in questo periodo, è necessario fare un bilancio del lavoro svolto, della crescita dei ragazzi e dei risultati ottenuti. Vero che, alla fine, non si è portato a casa nessun trofeo, ma i risultati sono andati al di là delle più rosee aspettative.

P1080281bisLa stagione era partita a dicembre con la Winter League Centro, in cui gli A’s hanno conquistato il primo posto a punteggio pieno nel loro girone per poi battere la Fortitudo in una semifinale praticamente perfetta e cedere in finale al Rimini solo agli extrainnings in una gara praticamente vinta ma poi finita in maniera rocambolesca. Nelle finali nazionali è arrivato il terzo posto dopo il k.o in semifinale contro il Porta Mortara, poi prontamente riscattato nella “finalina” contro Avigliana.

Ma è in campionato che questa squadra ha compiuto un autentico capolavoro vincendo alla grande il proprio girone con 10 vittorie e solo 2 sconfitte mettendo dietro avversari come Fortitudo “B”, S.Lazzaro e Pianorese. Dopo due tornei estivi non esaltanti sul piano dei risultati (quarti a Grosseto e solo ottavi a Ronchi dei Legionari, dove peraltro hanno tenuto a 0 i futuri Campioni d’ Italia dei NBP) ma utilissimi su quello dell’ esperienza, gli Athletics hanno ottenuto, contro tutti i pronostici, il primo posto nel concentramento dei quarti di finale giocato al Pilastro sconfiggendo il quotatissimo Crocetta Parma al termine di una gara bella, equilibrata ed emozionante, a mio parere la meglio giocata in assoluto, ed il Siena-Monteriggioni.

Peccato per l’eliminazione in semifinale dove, per tre innings, eravamo riusciti a rimanere in vantaggio contro Ronchi, che poi ha vinto lo scudetto nella finale a quattro giocata a Casteldebole, ma essere tra le prime 11 squadre d’Italia è un risultato che nessuno si aspettava alla vigilia.

In Coppa Emilia è risultata decisiva la netta sconfitta contro la Pianorese, arrivata tra i due concentramenti di quarti e P1070655semifinale, ma il bilancio resta davvero positivo, la squadra è cresciuta molto sia in difesa che in attacco ( in campionato ben 7 giocatori hanno chiuso con una media battuta superiore ai .300) grazie anche all’ottimo lavoro svolto dal coach Luca Draghetti e da tutti coloro che hanno collaborato negli allenamenti.

Nella prossima stagione il roster sarà sostanzialmente modificato in quanto i sette  atleti nati nel 2000 hanno raggiunto il limite di età previsto e passeranno alla categoria Cadetti, rimarranno i nati nel 2001 a cui si aggiungeranno alcuni “promossi” dalla squadra Ragazzi.

Ora godremo tutti di un po’ di meritato riposo dopo una stagione vissuta costantemente “on the road”, il prossimo appuntamento sarà in inverno con la Winter League, sperando di ripetere e, perché no, migliorare quanto fatto quest’anno.

Articoli consigliati