Gli Athletics fanno ritorno dalla lunga trasferta di intergirone, in quel di Nettuno, con un pareggio. Avversaria la formazione simpaticamente denominata Charlie Brown. La formazione nettunese, prima di questi incontri, vanta solo tre vittorie nel suo score 2010 ed affronta a viso aperto, battendola in gara due, la formazione giallo verde, che rischia la debacle anche in gara uno, salvata in extremis da un rocambolesco ultimo attacco. Il Mastiff Arezzo, leader del girone, questa volta, stecca una partita, ma Duarte & Company non riescono ad approfittarne e le distanze rimangono immutate.

GARA 1 – Partente Gerbi per Bologna mentre sul monte laziale sale Tofani. Grande paura alla partenza per la squadra bolognese che si salva, Nettuno lascia tre uomini sulle basi. Athletics in vantaggio al secondo inning: un errore di tiro sulla battuta di Ledesma permette a Rumenos (valida) di toccare casa base, lo stesso Ledesma segna il secondo punto su valida di Guidoni. Ma la squadra di casa non sta a guardare ed al terzo inning rovescia il risultato portandosi sul 3 a 2, che diventa 5 a 2 al quarto attacco. Gerbi lascia il posto a Poppi. Bologna segna due punti al quinto; sacrificio di Ledesma e valida di Natali, ma anche Nettuno muove lo score e mette a segno tre punti. Ancora due punti Athletics al sesto; doppi a seguire di Medina e Rumenos. Sul punteggio di 8 a 6 per i padroni di casa si scivola fino al nono ed ultimo inning. Pecci, che aveva rilevato Tofani a metà del quinto inning, inizia bene, con un K su Natali, questo ultimo inning per poi cedere clamorosamente, quattro le basi gratis regalate con le valide di Depau, Rumenos e Ledesma e l’intermezzo di una volata di sacrificio di Medina e la Pranzopiù segna sei punti decisivi che il Charlie Brown, demoralizzato, non riesce a recuperare sulla chiusura di Bucchi. Finale 12 a 8 per gli Athletics. Cronaca postuma : Squalifica 2 giornate di gara a MASTROPIETRO GIANNI (A.S.D. CHARLIE BROWN) per espulsione a seguito di illegittimo ingresso in campo con proteste nei confronti degli U.D.G. su un giudizio arbitrale.

GARA 2 – Questa seconda partita ha un andamento simile, altalenante del risultato, ma più contenuto nel punteggio. Primo inning, un punto a testa, Fraietta contro Roncarati. Punto bolognese messo a segno da Depau con valida di Medina. Charlie Brown segna due punti nel secondo inning ed ancora un 1 a 1, al terzo, punto bolognese battuto a casa da Medina, fino ad arrivare al pareggio giallo verde conquistato al quinto, è ancora Medina a spingere a casa Carrà. La Pranzopiù pareggia al settimo (valida di Rumenos), ma dura un amen perché Nettuno fa altrettanto. All’ottavo Menna per Fraietta mentre al settimo Angelini aveva giù preso il posto di Roncarati. Va meglio al laziale che non lascia spazi agli ospiti mentre il giovane Angelini è costretto a subire il punto del definitivo 6 a 4, all’ottavo con errore della difesa ed un paio di colpiti di troppo. Chiusura ancora di Bucchi. Giusto per la cronaca una breve sospensione per pioggia ed un espulso, De Angelis Emiliano, tra le fila della squadra di casa, un vezzo a cui, probabilmente, è difficile resistere.

Un pareggio inaspettato, ma, visto come si stavano mettendo le cose, altrettanto importante. Importante per mantenere le giuste distanze dalle prime due in classifica, Arezzo e Crocetta. Ma la squadra bolognese, in questa fase di campionato, appare un po’ impallata, ferma sulle gambe. Vedremo se ci sarà reazione, già dalla prossima settimana, in quel di Fano, squadra ringiovanita, ma pur sempre combattiva.