Nonostante la vittoria in Gara1 a Verona un’altra decisione “regolamentare” penalizza il campionato degli Athletics

L’ennesima decisione altamente sfavorevole relativa alla gestione delle sospensioni delle partite penalizza nuovamente l’OM Valpanaro Athletics Bologna. Questa volta a Verona succede che, tenendo conto che si tratta di doppio incontro pomeriggio e serale, durante la disputa del nono inning con il punteggio di 7 a 5 per gli uomini di Duarte, un violento nubifragio si abbatte sul diamante veneto. Passata la classica mezz’ora, sarebbe troppo automatico, facile e di buon senso omologare la prima partita con il risultato conseguito all’ottavo inning completo (4 a 3 per gli Athletics in virtù della regola che in caso di maltempo un incontro è considerato valido dopo la disputa di 5 riprese complete) e preparare il campo per la disputa del secondo incontro, magari posticipando l’orario d’inizio. Si vede che occorre inventarsi necessariamente qualcosa ed infatti si perde inutilmente tempo con le pressioni di parte veronese che garantiscono di rendere disponibile il campo solo a patto che si giochi Gara1 fino al nono e solo dopo si potrebbe giocare Gara2. Morale: vittoria in Gara1 Athletics per 4 a 3 all’ottavo e disputa di Gara2 a data da destinarsi, in nettissima controtendenza rispetto alle disposizioni federali che invitano Società e Direttori di Gara ad evitare il più possibile la disputa di recuperi e, considerato che un giorno possibile per il recupero potrebbe essere quello di mercoledì per il fatto che il campo veronese è dotato dell’impianto d’illuminazione, la più totale mancanza di rispetto nei confronti di persone che durante la settimana hanno impegni professionali in quanto per loro il baseball non è un lavoro (e quindi i permessi e le disponibilità non sono automatiche soprattutto in questo momento storico) o studiano (questo è periodo di esami di maturità ed universitari). Il rientro anticipato a Bologna in pullman alle ore 22:00 mentre si osserva il diamante veronese asciutto ha quindi il sapore di una beffa e la consapevolezza che, in qualsiasi modo si evolverà questo finale di stagione, il campionato dell’OM Valpanaro Athletics Bologna sarà stato totalmente falsato in quanto, oltre al ginepraio dei regolamenti, c’è anche l’aspetto più propriamente tecnico e di campo, che è poi quello che sarebbe più bello ed appassionante da affrontare, che è stato totalmente stravolto per tutto ciò che riguarda le rotazioni dei lanciatori e la gestione dei giocatori e le loro disponibilità, che perciò non fa altro che accentuare l’idea di una non attendibilità di questa stagione.

Box Score di Gara1 dal Sito FIBS

Potendo finalmente scrivere di campo, i gialloverdi reagiscono alla grande alle numerose ed importanti assenze (Angelotti con la mano fratturata, Giorgi con problemi fisici e la troppo lunga squalifica inflitta a Deligia) ed al secondo, sfruttando il doppio a basi piene da 3 RBI di Monti ed il triplo di Desideri, mettono in cascina 4 importanti punti. Al terzo però il Verona si fa pericoloso segnando 3 punti sfruttando i problemi di controllo dei pitcher bolognese partente Draghetti e, subito dopo l’ingresso del rilievo Ghio, un errore difensivo a basi piene. Da lì in poi però la partita si placa per merito dei lanciatori veronesi da una parte e della bellissima prova di Ghio dall’altra che mettono il silenziatore ai due lineup. La partita torna a vivacizzarsi nel nono ed ultimo inning quando gli Athletics realizzano altri 3 punti, soprattutto per merito ancora di Monti, ed il Verona prova ad effettuare la rimonta portandosi sul 7 a 5. Qui arriva il nubifragio ed inizia lo stucchevole teatrino già precedentemente descritto.

In attesa di sapere qualcosa di più preciso e sicuro riguardo la situazione recuperi, il prossimo appuntamento dell’OM Valpanaro Athletics Bologna sarà Domenica 4 Luglio quando al Centro Sportivo Pilastro di Via Pirandello a Bologna (ore 11:00 e 15:30) arriverà l’IS Copy Junior Alpina Trieste.