A Padova sconfitti ma non umiliati anzi…

Doppia sconfitta per l’OM Valpanaro Athletics Bologna contro l’imbattuta capolista Padova.  Anche se alla vigilia queste sconfitte potevano essere messe in preventivo, il campo ha comunque offerto una trama meno prevedibile e meno scontata di quanto si possa pensare.

Doppio per Cavallari in Gara1
Doppio per Cavallari in Gara1

Gara1 offre un risultato finale (10 a 0 al 7′) molto ingannevole rispetto quanto si è assistito dal vivo. Infatti per metà gara abbondante gli uomini di Duarte riescono a dare filo da torcere al fortissimo avversario (opinione diffusa è che il valore della squadra veneta sia più adatto ad un campionato di IBL1 piuttosto che a quello di AFederale/IBL2). Nell’ottica di restare il più possibile in partita, anche le rotazioni dei pitchers vengono accorciate dal punto di vista dell’effettivo utilizzo,  ed infatti il partente gialloverde Giorgi lascia il monte dopo solo 1.1 ed un solo punto incassato per lasciare spazio al primo rilievo Angelini. La strategia è tecnicamente corretta ma la truppa bolognese si fa un involontario harakiri perchè, al quarto inning,  è un sanguinoso errore difensivo che cambia l’inerzia della partita, visto che, anzichè avere la chiusura della ripresa con nessun punto subito, i patavini ne approfittano per segnare 3 punti. Lo sole 3 valide prodotte dagli Athletics in 7 riprese  (Carrà, Venturi ed un doppio di un Cavallari sempre più in crescita) non mettono ovviamente in discussione quale sarà la squadra vincitrice del confronto, però al termine il divario è troppo penalizzante per l’OM Valpanaro. Le 7 valide sulle 12 complessive prodotte dal Padova tra il sesto e il settimo inning, sullo stesso Angelini e sul rilievo finale Gerbi, testimoniano come il pur potente line-up veneto ha preso fiducia solo quando la partita è andata verso una certa direzione.

Box Score di Gara1 dal sito FIBS

Chiusura con 3K per Silvestri in Gara2
Chiusura con 3K per Silvestri in Gara2

Chi si aspettava Gara2 con una facile vittoria per i primi della classe si è ampiamente sbagliato, visto che il successo è sì arrivato ma i gialloverdi hanno fatto scorrere più di un brivido alla squadra di casa. Il Padova tenta di chiudere immediatamente il match sul partente degli Athletics Nardi, ex della partita, aggredendolo alla prima ripresa con 3 punti. Con mestiere il lanciatore bolognese riesce a far passare la bufera ed a non concedere punti anche per le successive 3 riprese. Dal quinto la pallina passa a Ghio che effettua un solido rilievo, subendo un solo punto in 3 inning. Ancor più entusiasmante è la chiusura di Silvestri che all’ottavo si prende la soddisfazione di lasciare al piatto in successione Sciacca, Medina e Chapelli. Come prevedibile,  in attacco i bolognesi soffrono il pitcher venezuelano Astorga (ben 19k finali per lui con tantissimi lanci oltre le 90 miglia) però,  seppur in modo non continuo, riescono comunque a punzecchiarlo e ad indurlo, cosa non certo usuale in questa stagione, a tenere il monte per tutte le 9 riprese. La pazienza, viene premiata proprio all’ultimo assalto, quando ben 4 valide di Carrà, Silvestri (il migliore anche nel box con 2 su 4), Robert e Venturi, producono per i gialloverdi 2 punti e l’illusione del pareggio che, purtroppo, rimane solo in base per il 4 a 2 finale.

Box Score di Gara2 dal sito FIBS

Prossimo appuntamento ancora in trasferta, ancora di sabato e ancora con una partita in notturna per l’OM Valpanaro Athletics Bologna. Il 18 Maggio (ore 15.30 e 20.30) i gialloverdi saranno di scena a Modena per la chiusura del girone di andata. Partite importanti in quanto si rientra nuovamente nell’ottica del giocare per vincere, soprattutto tenendo ben presente che si tratterà di uno scontro diretto tra squadre che hanno come obiettivo stagionale il raggiungimento della fase di post season.

 

 

Seguici anche su Instagram !