Abbonamento al pareggio per la Pranzo Più Athletics

La Pranzo Più Athletics non riesce ad andare oltre al pareggio in quel di Pesaro. La squadra bolognese non si scrolla di dosso la sindrome di gara 1 che già più di una volta, in questa prima parte di stagione, ha avuto il sopravvento sulle sue ambizioni. Anche a Pesaro infatti si è perso in modo rocambolesco la prima partita causa una serie di errori difensivi decisivi ed un attacco poco incisivo nei momenti topici. I lanciatori del mattino hanno poche colpe anche se il là alla riscossa pesarese è stata servita su un piatto d’argento da un erroraccio di assistenza del partente Ivan Lentini. Nulla cambia in termini di classifica avendo pareggiato, a loro volta, anche tutte le altre squadre del girone, eccezion fatta per l’Unione Picena 2 che ha maltrattato San Marino in entrambe le sfide. Resta il rammarico di non essere riusciti a mettere a segno la doppia vittoria che, col senno del poi, è apparsa decisamente alla portata del team felsineo.
Gara 1 – Due singoli in apertura di Carlini (imbarazzante la sua prestazione difensiva, prontamente riscattata nella partita giocata in notturna ) e Deligia illudono gli Athletics, nessun punto per loro e, alla conta finale, risulteranno ben 10 i corridori lasciati sulle basi. Pesaro si porta in vantaggio (2 a 0) sull’iniziale imprecisione di Ivan Lentini (L 6rl, 4p, 2pgl, 2bvc, 4bb, 4k). Al secondo due doppi a seguire di Pozzarini e Cantelli, quest’ultimo in veste di ex, finalmente tornato a battere dopo un inizio di campionato deludente, dimezzano il passivo. Al quarto gli Athletics impattano, Carlini batte a casa il punto del pareggio, ma la spinta emotiva dei ragazzi di Paolo Dolzani termina qui. Nel contrattacco, Pesaro, con due fuori, prima e seconda occupata, tenta un bunt a sorpresa, ma la sorpresa la confeziona Lentini che raccoglie e spara all’esterno, entra un punto. Sulla successiva azione è Carlini a “bucare” la rimbalzante del nono del line up del Pesaro che si porta a condurre 4 a 2. Gli Athletics gettano alle ortiche la loro grande occasione al quinto contro un non irresistibile Carlos Moronta. Prima e terza occupata e zero out. Invece di sacrificare il battitore di turno per portare due giocatori in posizione punto e disobbligare le basi, Bondioli batte una timida rimbalzante sull’interbase, ne esce un doppio gioco e l’uomo in terza muore lì. L’inning si chiude con un nulla di fatto. E’ ancora Pesaro a segnare un punto, quello del definitivo 5 a 2, al settimo sul rilievo Gianni Dolzani. Sono ancora 2 errori difensivi (6 in totale) a dare il via libera all’attacco di casa. Da segnalare una spettacolare presa al volo di Avendano al 2° inning.
Gara 2 – La partita sonnecchia fino al terzo inning, dominata dai pitcher partenti, Vichi e Poppi (6,1rl, 3pgl, 6bvc, 2bb, 9k). Poi un lampo nel buio, singolo di Carlini e Cantelli segna l’1 a 0. Al quarto Vichi cede ancora e Pozzarini segna il 2 a 0. Al quinto inning lo score ha uno scossone. Prima la Pranzo Più segna due punti pesanti battuti a casa dal doppio di Bergami poi è Pesaro a riavvicinarsi pericolosamente toccando valido quattro volte sul Poppi e segnando 3 punti. Ma nell’attacco successivo gli Athletics fanno “All In” come si dice nel poker. Cede Vichi che subisce i quattro punti del big inning felsineo, triplo di Gamberini, ed è avvicendato sul monte. Sull’8 a 3 Pesaro alza bandiera bianca, ma riesce comunque a segnare un punto al settimo contenendo il passivo. Saletti (2,2rl, 0p, 3bvc, 2k) subentrato a Poppi nel corso del settimo inning non subisce punti e la partita termina con il successo dei bolognesi per 8 a 4. Gli Athletics (7 vinte e 5 perse) rimangono ancorati al terzo posto in classifica in coabitazione con il Fano. Sempre prima, a due partite, la Finproject di Montegranaro. Altri risultati della giornata: Castenaso – Fano (4-5,8-6), Longbridge-Macerata (7-6,0-11), Cupra – Finproject (2-10,5-4), Unione Picena 2 – Titano S.Marino (8-7,10-8).

Il calendario del Girone prevede ora, per la Pranzo Più, due giornate casalinghe consecutive, avversarie Macerata e Castenaso. A questo punto occorre serrare i ranghi e tentare l’en plain. Appuntamento sul diamante di via Pirandello dalle ore 10,30 di domenica 21 maggio 2006.

Articoli consigliati