Athletics Bologna: un altro passo avanti

Prosegue il cammino del fantastico gruppo dei ragazzi degli Athletics Bologna. Dopo il doppio successo al cardiopalma della scorsa settimana, ai danni del Godo e della Fortitudo, anche in questa occasione gli A’s hanno pensato di tenere ben viva l’attenzione del pubblico presente al campo dei Dynos Verona. La sfida, ad eliminazione diretta al meglio delle due vittorie, aveva come posta in palio l’accesso alle fasi finale del campionato nazionale ragazzi baseball. A 5 mesi dall’inizio del torneo, sono rimaste solo le squadre più dotate e determinate a contendersi in appassionanti incontri senza appello il primato italiano. Verona non fa eccezione, con un organico ben organizzato in campo, un monte di lancio affidabile, un attacco che, grazie ad alcune individualità, è sempre in grado di graffiare. Ma gli Athletics 2005, grazie alla sapiente direzione societaria, sono un gruppo speciale, molto affiatato e di ottima caratura tecnica. Nel primo incontro gli A’s danno fuoco alle polveri portandosi subito sul 4 a 0 grazie ad una serie di battute lunghe, tra cui il poderoso fuoricampo interno di Michelini. Ma il primo avversario che gli A’s devono battere, sono loro stessi. Nel loro turno d’attacco, i Dynos non stanno a guardare e, da squadra tenace che sono, impattano il risultato: 4 a 4. Nelle fasi successive, i giovani atleti di entrambe le squadre dimostrano una maturità e una forza interiore rara, in un match vibrante e tecnicamente di livello, superandosi vicendevolmente inning dopo inning. Ogni pallina è preziosa, ogni scivolata sul sacchetto può significare la vittoria. Qualche errore causato dall’emozione viene immediatamente cancellato da numeri di autentica bravura. La noia è un vocabolo sconosciuto qui. Si arriva così a metà 5° inning, con le due compagini sul 6 a 6, grazie alle prodezze di Venturi, Busi, Lazzari e di tutti gli A’s. Con due uomini in base su ball e due out, Abbati indovina la valida che risulterà decisiva, battendo a casa il 7° punto. Un’incredibile assistenza, esterno centro a casa base, nega ai Dynos il punto del pareggio. L’incontro si chiude così, con squadra e pubblico bolognese in delirio. Si va a tavola tutti insieme, gentilmente ospitati nel dehors veronese, perché, al di là del corretto agonismo tra i due team, occasioni come questa sono autentiche feste per lo sport.
Alle 13,30 inizia il secondo match che, nonostante il risultato finale, sarà quasi tutto giocato all’insegna dell’equilibrio e della suspense. Nel primo attacco, con due out, gli A’s riescono a segnare 1 punto su Busi – il lanciatore partente veronese – che, negli inning successivi non concederà più nulla all’attacco bolognese. Il punteggio rimane tale fino al 5° inning, quando i Dynos riempiono le basi, con 0 out. Sembra l’inizio della riscossa veronese e dell’eventuale spareggio. Ma gli A’s amano le cose difficili, ed è così che, grazie a tre rapide eliminazioni, si ritrovano dall’abisso alla vetta. Ed è questa prova di carattere l’episodio decisivo. Nel successivo attacco, gli Athletics segnano altri due punti. È il 3 a 0 che taglia le gambe e le speranze dei Dynos. Per la cronaca, l’incontro si chiude sul 7 a 1. Una lunga ovazione saluta entrambe le squadre e la sportività del pubblico e della società veronese. Per loro, il campionato termina qui ma avranno sicuramente modo di rifarsi. Nel prossimo turno, gli Athletics si giocano l’accesso alla finalissima per il campionato ragazzi baseball 2005. Scusate se è poco!

Articoli consigliati