Bum, bum, due colpi e via, la pratica Chieti viene risolta come auspicato, lasciando l’onore delle armi agli avversari che, giunti a Bologna a ranghi estremamente ridotti, hanno comunque tenuto bene il campo, soprattutto in gara 1, dimostrando un certo peso in battuta, ma altresì commettendo troppi errori difensivi. Gli Athletics terminano il girone di andata al quarto posto, appaiati al Cupra, loro prossimi avversari nell’anticipo di sabato 20 giugno, ed ad una sola vittoria dal Fano e a due dall’Imola. In vetta sempre il Pesaro a due lunghezze dall’Imola. In considerazione del fatto che ai playoff accedono due squadre per girone, non è vietato sognare… tenendo sempre gli occhi aperti e le mazze calde. Ai ragazzi di Duarte manca ancora il colpaccio esterno, solo sfiorato ad Imola. Un doppio successo fuori dalle mura amiche darebbe lustro, concretezza e fiducia al gruppo sempre più arricchito di giovanissime presenze, non ultima quella del sedicenne Jacopo Michelini che, con Chieti, ha esordito in battuta con un triplo. Buono l’arbitraggio di Falcone e Valladares.

GARA 1 : Athletics subito avanti, dopo due inning conduce già 5 a 0. Gerbi tiene bene, mentre i punti dei bolognesi entrano tutti in conseguenza di disattenzioni difensive degli abruzzesi, in valida vanno Mendez, Natali e Guidoni e doppio di Rumenos. Il punto del 6 a 0, al quarto attacco è battuto a casa ancora da Rumenos. Al quinto colpo di reni del Chieti che segna tre punti e mette un po’ in apprensione la squadra di casa, valida di Achilli ed errore di Guidoni su volata di D’Amario. Ma è un fuoco di paglia in quanto gli Athletics in tre attacchi ripropongono il divario di sei punti con un singolo di Casadei al quinto e con un errore del terza base ospite che frutta altri due punti ai giallo-verdi, al settimo. Al sesto inning il pubblico sussulta un paio di volte, prima si infortuna l’arbitro capo colpito ad una mano da una palla sfuggita al ricevitore, poi, su una volata tra seconda ed esterni, Casadei e Natali si scontrano pericolosamente e violentemente, ad avere la peggio sarà Natali con due costole fratturate e 15 giorni di stop. Ormai paghi del risultato gli Athletics si limitano a controllare i tentativi di reazione degli ospiti. Bucchi, subentrato a Gerbi, conduce in porto il risultato, Athletics vince 9 a 3.

GARA 2 : Partita a senso unico che serve da collaudo per Roncarati, impegnato, dopo l’infortunio ed alcune brevi apparizioni, sul monte per 5 inning completi, con una performance personale di spessore, con 10 eliminazioni al piatto e solo 4 battute valide concesse agli avversari. Chiusura di Poppi (3 rl, 2bvc, 1k, 1bb) senza patemi. All’attacco molto bene il citato Michelini che complessivamente batte a casa tre punti. Benissimo Ledesma che chiude a 1000 in battuta con due singoli ed un triplo contro la rete. Da sottolineare anche le prove di Mendez e Bagattini. La partita, mai in discussione, vede gli Athletics vincenti per manifesta inferiorità 10 a 0 dopo otto inning.

Va così ad iniziare il girone di ritorno, con una settimana di anticipo rispetto le altre gare, Cupra, in terra marchigiana e Fano, in casa, le prime avversarie, scomode e tradizionalmente ostiche, ma il Team del presidente Meo ha dimostrato di non patire di particolari timori reverenziali e perciò la Società felsinea si dichiara fiduciosa. Avendo finalmente a disposizione tutti i suoi lanciatori, vedremo come Duarte vorrà impostare le prossime partite, ovvero se continuare con i partenti classici Gerbi e Poppi o ritentare la carta Roncarati, per Bucchi “no problem”in quanto il “ragioniere” ha dimostrato di essere un perfetto rilievo ed un ottimo closer. A Cupra si giocherà sabato 20 giugno alle 15,30 ed alle 20,30. poi domenica tutti i bolognesi alle urne, per il ballottaggio.