Enplain rimandato ancora una volta

Niente da fare. Gli Athletics non riescono a vincere due gare ed anche con il San Marino devono accontentarsi del pareggio, anzi, riescono a trasformare una partita quasi vinta, quella pomeridiana, in un incredibile agonia, fino al guizzo finale, una manciata di minuti prima del tramonto, al primo inning supplementare, di Depau che batte a sinistra la valida che manda a casa il punto della vittoria. La prima partita inizia bene con La Pranzo Più in vantaggio 2 a 0, valida di Roda poi a casa sul singolo di Bondioli e secondo punto di Gamberini per un errore difensivo. Gerbi, al quale è stata rinnovata la fiducia dopo la bella prova di Fano, ha un cedimento al terzo inning, ma i rilievi tardano nel riscaldamento e la squadra di casa va sotto “beccandosi” il primo big inning della mattina, infatti, Angiolillo, subentrato all’inizio del 4° inning, tiene a bada le mazze sammarinesi per tre riprese, ma l’attacco bolognese rimane afono e, al 7°, San Marino incrementa segnando altri due punti. Torregiani sale sul monte quando la situazione (8°) è già oltremodo compromessa e nulla può fare sulla vivacità degli ospiti che segnano ancora 6 punti chiudendo la gara prima del limite. Nella seconda partita le cose iniziano meglio e già al terzo gli Athletics conducono 6 a 1 con i doppi di Roda, Calotti e Depau, per poi andare sull’ 8 a 1 a fine sesto. A questo punto Saletti rileva Roncarati (5,1 rl, 1pgl, 2k). Saletti non ha dialogo con l’arbitro di casa che non gli chiama nessuna palla sul filo esterno, innervosendolo ed obbligandolo a modificare la propria location causando un break di 10 punti (4 pgl). San Marino profitta al massimo del calo bolognese e, quando Deligia, sorprendendo tutti, sale sul monte di lancio, riesce a battere un triplo e due homer interni… come capita solo in categoria Ragazzi! Al nono inning San Marino segna 9 punti e si porta in vantaggio 15 a 12 !! La reazione bolognese è immediata, tenuto conto che anche il monte dei Titani denuncia una crisi imminente, e si riesce a pareggiare con Bondioli e Bergami che battono a casa i tre punti necessari. Primo inning supplementare e sul monte viene “richiamato” Angiolillo, già utilizzato nella partita del mattino. Davide è stanco, colpisce due avversari e subisce un punto su volata di sacrificio, ma riesce a chiudere. Bologna è sotto di 1. L’ultimo arrembaggio inizia con un singolo interno dello stesso Angiolillo bissato da Deligia, poi sono Gamberoni e Bondioli a ricevere la base gratis, punto a casa forzato di Angilolillo. Bologna ci crede, san Marino ci spera! Tutta la difesa sammarinese gioca chiusa per tentare l’eliminazione a casa, ma Depau, battitore di turno, batte alto a sinistra superando la diga difensiva. Deligia a casa base per il punto del definitivo e sudatissimo 17 a 16. In questa giornata solo Pesaro, nostro prossimo avversario, e Castenaso hanno fatto l’en plein. Le previsioni del tempo, per il prossimo fine settimana, non sono delle migliori, auguriamoci che non si cominci con i rinvii!

Articoli consigliati