Era ora…

Dal 22 al 24 giugno si è svolto il torneo internazionale giovanile di baseball e softball Due Torri di Parma, organizzato dall’Oltretorrente baseball club. Una vera tradizione, che si ripete da 22 anni, e che vede gli Athletics presenti ininterrottamente da ben 18 anni, fin dal lontano 1990. E dopo 18 anni a “pane e cicoria”, finalmente quest anno usciamo vincenti.
L’edizione 2007 del torneo vede la presenza di ben 32 squadre divise in 5 categorie: cadetti, allievi e ragazzi baseball, ed inoltre ragazze e cadette softball. Questo anno i gialloverdi hanno fatto le cose in grande: ottenuta dal presidente del sodalizio parmigiano Andrea Paini la dispensa papale per partecipare con due squadre, i bolognesi si sono presentati con due formazioni (ragazzi ed allievi) per un totale di quasi 70 persone, tra giocatori, allenatori, dirigenti e genitori al seguito.
Diverse le prospettive per i due gruppi: per gli allievi, vista l’assenza del Nettuno, l’imperativo è vincere. Le squadre partecipanti sono ottime (Collecchio prima di tutto, ma anche S.Marino e l’incognita dei ceki dell’Ostrava), ma i gialloverdi hanno le carte in regola per tentare di aggiudicarsi quel torneo in cui i bolognesi hanno rastremato nel tempo parecchi buoni piazzamenti e tanti complimenti, ma mai la vittoria.
Per i bimbi invece l’obiettivo è fare esperienza e disputare finalmente partite in cui sia necessario lottare e mettersi alla prova, in un contesto sicuramente stimolante. Crocetta Parma e Fortitudo sono ben conosciute e temute, e le due squadre ceke (Brno ed Ostrava) sembrano fisicamente fuori portata per i nostri piccoli mangiatori di tortellini.
Ed invece sono proprio i puffi a stupire: dopo una prima facile vittoria venerdi contro la seconda squadra dell’Oltretorrente (20 – 4), iniziano vincenti col Crocetta (4 a 1) per poi scoppiare nel finale (4 a 10), ma si vede comunque una squadra che sembra trasformata rispetto al campionato, tutti grintosi e determinati. Partita chiave sabato contro Ostrava: dopo una gara punto a punto vittoria (5 a 4) ed accesso alle semifinali. Nell’altro girone vince Brno, la Fortitudo arriva seconda ed ovviamente ci toccano i ceki.
Dopo una gara al cardiopalmo si arriva all’ultima ripresa in vantaggio per 9 a 7, Brno carica le basi ma uno strike out decisivo dà la vittoria per 9 a 8, l’accesso alla finale e soprattutto un’emozione che rimarrà a lungo nel cuore di questi bambini.
Nell’altra semifinale il Crocetta batte la Fortitudo (6 a 1), e nella finale contro i parmigiani, nonostante la stanchezza, i piccoli combattono punto a punto: 1 a 1 al 3^, 4 a 5 al 5^, poi a fine 5^ il break definitivo dei parmigiani, che segnando 4 punti rendono inutile la disputa dell’ultimo inning (finale 4 a 9)
In un contesto in cui tutti hanno giocato molto bene, soprattutto sul monte di lancio, va fatta una menzione particolare per l’esplosione nel box di battuta di Fabio Zanini, veramente micidiale per tutto il torneo.
Gli allievi hanno avuto un andamento alterno: dopo una strana partita con Collecchio (6 a 6 il finale, dopo essere stati in vantaggio per 6 a 1), di cui le molte assenze causa esami scolastici non sono una giustificazione, una bella vittoria con S.Marino (7 a 4, bene Angelini a lanciare e Venturi nel box con 3 valide su 3 turni) dà il primo posto e la semifinale contro i ceki di Ostrava, dati come pericolosi in battuta. Accorsi e Michelini sul monte di lancio fanno il loro e la pratica viene archiviata con un eloquente 18 a 3, frutto di 15 valide, di cui ben 6 extrabase.
Nell’altra semifinale S.Marino regola facilmente i padroni di casa dell’Oltretorrente, e quindi nel 2007 si replica la finale del 2006. Partenza a razzo dei gialloverdi: con due fuori, valide di Baldassarri e Michelini, base a Venturi e gran doppio di un ritrovato Cavallari. Replica a stretto giro dei romagnoli, grazie anche ad un errore difensivo bolognese. Al terzo Abbati, starter bolognese, mette due uomini in base, e S.Marino non si fa scappare l’occasione: due bunts ed un lancio pazzo danno 3 punti. Reagiscono subito gli Athletics: valida di Venturi, triplo di Cavallari e singolo di Angelini (5 a 6). All’ultimo attacco una volata di sacrificio dà il pareggio (6 a 6), ma i bolognesi muoiono grassi con 2 uomini in base. Ultimo attacco S.Marino: Angelini, rilievo a lanciare, mette due uomini in base e fa un lancio pazzo: sembra finita, con corridori in terza ed in seconda base e zero outs ma su una volata Luca Accorsi, esterno centro nell’occasione, fa prima l’out al volo e poi fa strike a casa base da 50 metri, eliminando il corridore romagnolo. Un’azione da cineteca, che consente agli Athletics di uscire dai guai e chiudere la ripresa senza subire punti. Si va agli extrainning, e le valide di Venturi, Cavallari ed Angelini danno i tre punti della vittoria (9 a 6), che si chiude con il terzo doppio gioco difensivo della partita fatto dai gialloverdi.
Oltre al più importante torneo di squadra, riconoscimenti individuali per Alessio Angelini come miglior lanciatore allievi e per Lorenzo Nofri, per l’occasione in prestito alla Nuova Pianorese, miglior battitore per la categoria cadetti.

Articoli consigliati