Gli Athletics regalano, la Fortitudo ringrazia

Dopo sei vittorie consecutive arriva la prima sconfitta per l’Under 18 al “Leoni” di Casteldebole nel big match che valeva il primo posto nel girone B contro la Fortitudo. Una partita ricca di rimpianti in cui purtroppo i gialloverdi hanno sprecato troppo in attacco e sbagliato altrettanto in difesa favorendo così gli avversari, privi di alcuni elementi importanti, che non aspettavano altro. Il nostro partente Lorenzo Capelli, di per sé non in grande giornata, non è stato certo aiutato dalla difesa, tanto è vero che i punti guadagnati su di lui da soli non sarebbero bastati alla Fortitudo per vincere e dunque le sue colpe sono relative. Ottimo invece il rilievo finale di Riccardo Nepoti, ma purtroppo non è bastato.

La cronaca

I partenti sono Gabriele Persici per la Fortitudo e Lorenzo Capelli per gli Athletics che già al primo sprecano il doppio di Migo con un solo eliminato mentre nella parte bassa alla Fortitudo non serve nemmeno battere valido per passare in vantaggio: base a Cacciari che avanza su lancio pazzo e, dopo il K su Ferri, segna su errore dell’interbase sulla facile rolling di Moronta. Gli Athletics al secondo pareggiano sprecando però ancora l’occasione per prendere un buon vantaggio: doppio in apertura di Capelli, singolo di Casanova che spinge Capelli in terza, doppio di Averli con Capelli che segna l’1 a 1 e Casanova che si ferma in terza ma con seconda e terza occupate senza eliminati la battuta di Capponcelli sul terza base porta all’out a casa di Casanova ed i K su Civolani e Lama chiudono mestamente l’inning. Nella parte bassa chiudiamo senza danni nonostante il doppio di Spisni ed al terzo passiamo in vantaggio: con già due eliminati, singolo di Lisi, colpito Capelli e basi consecutive a Casanova e Averli per il punto forzato del 2 a 1 segnato da Lisi, ma poi la volata a destra di Capponcelli ci fa morire con le basi cariche. Pronto pareggio Fortitudo nella parte bassa con il nostro partente che evidenzia problemi di controllo: colpito Moronta, singolo di Gamberini, base a Lambertini e colpito anche Persici per il 2 a 2 forzato, poi riusciamo a chiudere senza subire altri punti. Ad inizio quarto Rizzoli rileva Persici sul monte dei padroni di casa, ma nella parte bassa la difesa gialloverde ne combina davvero di tutti i colori: Capelli inizia benissimo con i K su Panzacchi e Cacciari ma poi Ferri viene colpito, singolo di Moronta che spinge Ferri in seconda, singolo a sinistra di Gamberini con Ferri che segna il 2 a 3, Moronta gira per la terza e l’interbase sbaglia l’assistenza, il terza base raccoglie la pallina dietro al cuscino e tenta l’assistenza a casa sbagliandola pure lui, risultato Moronta arriva a punto per il 2 a 4 e Gamberini giunge in terza. Dopo la base a Lambertini, Rizzoli alza un campanile proprio sopra il monte di lancio ma nessuno lo raccoglie al volo e dunque Gamberini può segnare indisturbato il 2 a 5, tre errori nello stesso inning ed altrettanti punti entrati di cui uno solo di pgl (e non lo era nemmeno quello del primo inning). Purtroppo tutto ciò sarà decisivo per l’esito finale in quanto i gialloverdi non riusciranno più a rimontare ma solo ad accorciare le distanze al quinto sprecando nuovamente un’ottima occasione: base a Lisi, singolo interno di Nepoti, lancio pazzo che fa avanzare entrambi ma poi sia Casanova che Averli finiscono K e servono due basi ball consecutive di Rizzoli a Capponcelli ed Olivieri per segnare il 3 a 5, con le basi piene la volata di Lama chiude la ripresa. I rilievi di Nepoti per gli Athletics e Moronta per la Fortitudo non concedono ulteriori punti, da segnalare per i padroni di casa il triplo di Moronta al sesto, elimiinato a casa base da una pregevole assistenza dell’esterno sinistro sulla volata di Gamberini e l’ennesima occasione non concretizzata dai nostri al settimo con prima e terza occupate ed un solo eliminato ma, appunto, niente da fare.

La cronaca evidenzia come purtroppo i demeriti degli Athletics sia in attacco ma soprattutto in difesa abbiano fatto la differenza, ma anche gli errori fanno parte del gioco e vanno accettati. Ovviamente nella gara di ritorno del 29 giugno al Pilastro sarà necessaria una prestazione ben diversa se si vogliono avere ancora speranze di ottenere la leadership nel girone, ora a pannaggio dei bianco blu.

 

Successione punteggio   Lanciatori
Athletics 0 1 1 0 1 0 0 = 3 Bv 6  E 4   Capelli L. (L) 3.2ip,5r, 4h, 5bb, 3hp, 4k
Fortitudo 1 0 1 3 0 0 r  = 5 Bv 5  E 0   Nepoti R. (Rf) 2.1ip, 0r, 1h, 0bb, 2k
     

 

     
Box Score            
Lama I. 0/4              
Migo D. 1/4              
Errico M. 0/4              
Lisi L. 1/3 1bb, 2r            
Capelli L. 1/1 1hp, 1r Nepoti R. 1/1 1bb      
Casanova E. 1/3 1bb            
Averli A. 1/2 2bb, 2rbi            
Capponcelli P. 0/3 1bb            
Civolani M. 0/1 1bb Olivieri F. 0/1 1bb, 1rbi      

Articoli consigliati