Malati di pareggite

La Pranzopiù deve aver fatto un abbonamento senza avvertirci. Trattasi di abbonamento al pareggio, ovvero all’unico risultato che, soprattutto quando si hanno ambizioni, non si dovrebbe considerare. Anche con Imola si è persa un’altra opportunità. Le distanze da Crocetta, che pareggia in casa contro l’ostico Cupra, rimangono invariate, mentre Arezzo fa il pieno contro il Fano (4-1 / 8-7) e resta saldamente in testa alla classifica del girone C. Dietro si sopravvive, ma il Padule, che sarà il prossimo avversario, nella prima giornata di ritorno del Girone C, si sta avvicinando.

GARA 1 – Roncarati batte Maccaferri in una gara in cui Bologna non ha mai avuto cedimenti. Subito in vantaggio 1 a 0, valida di Monda Mario. Con relativa facilità la Pranzopiù ha imbrigliato le mazze imolesi (solo 5 valide) ottenendo il massimo risultato con il minimo sforzo. Al terzo i punti diventano due , volata di sacrificio di Rumenos, e poi si va sul 4 a 0 (singoli di Guidoni e Depau) al sesto, inning in cui Maccaferri viene avvicendato da Malavasi. All’ottavo, cambio anche sul monte felsineo, entra Poppi. Gli Athletics si portano ad un passo dal vincere per manifesta ma si fermano ad 8 punti. Ottima prova di Rumenos, sia in difesa che in attacco (3 su 4 e 3 pbc). Da citare il 3 su 5 del giovanissimo Fabio Del Priore, schierato battitore designato.

GARA 2 – Si parte con Gerbi che tiene bene per due inning, ma al quarto Imola lo inquadra e segna quattro punti. Immediata, ma timida, la reazione dei giallo verdi, su Grendene, nonostante lo scoppiettante avvio con triplo di Natali e doppio di Depau. Gli Athletics segnano solo due punti. Angelini viene proposto, ad inizio quarto, inning in cui Imola, con tre valide in fila di Sosa, Bassani e Minardi, segna due punti. Angelini viene tolto dal gioco, e, a sorpresa, viene rigettato in mischia Poppi (?!) che chiude l’inning. Nel suo attacco la Pranzopiù recupera un solo punto, valida di Ledesma. Si scivola fino al sesto, inning in cui i rosso blu segnano il loro settimo ed ultimo punto. Bologna si illude, all’ottavo: Del Priore a segno dopo aver battuto un doppio al centro, ma è l’ultimo sussulto di una squadra che non riesce ad avere continuità. Finisce 7 a 4 per Imola con le chiusure di Bucchi, per Bologna, e di un vivace ex, Lentini Ivan, sul versante imolese che concretizza la salvezza per la sua squadra.

Mancano dieci partite alla resa dei conti. Dieci partite, tutto il girone di ritorno, con due sole trasferte. Le due trasferte saranno brevi, la più lunga a Parma, il 17 luglio, l’altra a Minerbio. La Pranzopiù ed il suo staff, da qui alla fine, si giocheranno, soprattutto sul diamante amico, in modo inappellabile, le ultime speranze d’accesso ai playoff. Domenica 11 luglio, a Bologna, la Pranzopiù ospiterà il Padule di Sesto Fiorentino. Il Crocetta rischia a Minerbio ed Arezzo giocherà a Sasso Marconi, fanalino di coda del girone, ma con due vittorie nelle ultime quattro partite.

Articoli consigliati