Nessun dorma! E’ partita la Winter League Emiliano-Romagnola

Ha avuto inizio, questa mattina, nella palestra Record di Bologna, il girone emiliano-romagnolo della nona edizione dell’evento nazionale denominato Winter League. I primi incontri non hanno evidenziato alcuna supremazia da parte di nessun team, certo fa scalpore la triplice sconfitta del Crocetta Parma, squadra molto accreditata alla vigilia. Le difese hanno prevalso, nel complesso, sugli attacchi ed i punteggi sono stati abbastanza contenuti, non si poteva certo pretendere di più dopo il lungo periodo di inoperosità. Non sono scese in campo Fortitudo, Rimini e l’altra compagine parmigiana, l’Oltrettorrente, che inizieranno la loro avventura nella seconda giornata di gare prevista per il 5 febbraio 2006. Un certo scalpore hanno destato i ragazzini della Clippers Carpi, soprattutto per l’esplosiva potenza espressa nel box. I modenesi, nell’unica partita che li ha visti protagonisti, hanno battuto in campo ben 7 valide delle 23 complessive della giornata. La coppia Athletics Bologna, Yankees Persiceto (3 punti) conquista provvisoriamente la vetta della classifica, seguita ad una lunghezza dal Carpi.

ATHLETICS BOLOGNA – YANKEES PERSICETO: 3 – 3

Primo inning senza sussulti, salomonico 1 a 1 deciso da un lancio pazzo ed una palla mancata. Al terzo gli ospiti si portano in vantaggio, sono ancora due incertezze del ricevitore giallo-verde a far segnare i punti del 3 a 1. Finale col botto. Quinto inning a zero per i persicetani, nel contrattacco prima Stagni (colpito) poi Serra ( 4 ball) vanno in base poi avanzano su doppia rubata. In una gara fin qui orfano di valide tocca al piccolo Zanini battere a casa, con un singolo, i due punti del sudatissimo pareggio.

YANKEES PERSICETO – CROCETTA PARMA: 5 – 4

Crocetta Parma lascia l’intera posta in palio agli Yankees dopo aver rincorso e recuperato il risultato. Persiceto in vantaggio al primo, triplo di Zamboni poi a casa grazie ad un wild pitch. Persiceto segna un punto ad inning contenendo al meglio, con un buon Landuzzi sul mound, i tentativi di reazione dei parmigiani, al quarto conduce 3 a 0. Crocetta segna un punto al quarto con Sassi, prontamente recuperato (4 a 1) dal San Giovanni con punto segnato da Silvia Filippini. Nel quinto ed ultimo inning il Crocetta, con grande aggressività sulle basi, agguanta il pareggio e quando questo pareggio appare oramai come acquisito, Persiceto è in attacco con 2 out al passivo, Gerali non trova più l’area dello strike e con un colpito e tre basi ball consecutive fa entrare il punto forzato della sconfitta.

CROCETTA PARMA – ATHLETICS BOLOGNA: 2 – 5

Inatteso exploit dei bolognesi, contenuti per i primi attacchi (0 a 2 al secondo) prendono il sopravvento e, alla distanza, hanno la meglio sui coetanei parmigiani. Sono due errori a spianare la strada al Crocetta per l’effimero vantaggio, al primo inning. Senza conseguenze positive le due valide di Monti e Serra, sul fronte bolognese. Al terzo gli Athletics ribaltano il risultato sfruttando la scarsa precisione al lancio del rilievo del Crocetta ed il singolo interno di Di Vona. Ancora 2 punti al quarto inning, per gli Athletics, con valida di Silvestri, attacco felsineo chiuso da un bel doppio gioco difensivo operato da Antonio Pensato, seconda base parmigiano. Al Crocetta, poco consistente in battuta, non riesce l’aggancio. Zanini sul monte e Serra (2^ base) completano le tre eliminazioni finali.

CLIPPERS CARPI – ATHLETICS BOLOGNA: 8 – 7

Scoppiettante epilogo di questa prima giornata di gara. L’esordiente Carpi (prima partecipazione assoluta alla Winter League) ed il Crocetta (terza partita consecutiva) propongono, al numeroso pubblico presente, lo spettacolo della miglior partita della giornata. Primo inning 3 a 2 per il Carpi che parte forte, singoli di Gasparini e Braiati, risponde ottimamente il Crocetta con un secco doppio di Piazza (3 su 3) ed un singolo di Sassi. Questo primo inning serve a risvegliare i presenti dall’intorpidimento provocato dal freddo che, nonostante il riscaldamento acceso, stava avendo il sopravvento. Il secondo inning si apre con un doppio di De Falco (2 su2) portato a casa da un potentissimo fuori campo di Hamir Abdul. Un punto anche per Crocetta, singolo di Ziveri (2 su 2) spinto a casa dalla valida di Piazza. Questo punto mantiene vive le speranze dei parmigiani. Il terzo inning va ad appannaggio dei lanciatori che lasciano a bocca asciutta i rispettivi attacchi. Al quarto inning Carpi allunga (8 a 3), ma Crocetta non ci sta ed è ancora l’incontenibile Piazza, con un altro doppio, a recuperare il gap (8 a 6). Esauriti i lanciatori di ruolo entrambe le squadre arrivano al quinto inning con l’onere di utilizzare le ultime riserve di energia. Bene Sassi del Crocetta che tiene a zero l’attacco del Carpi. Sul monte modenese sale una ragazzina, Beatrice Ferrari, che non inizia benissimo, base a Chiesa, ma con grande carattere “rifiuta” la sostituzione e chiede di poter lanciare ancora e questa decisione si traduce immediatamente in una eliminazione al piatto, viene poi toccata dal singolo interno di Ziveri che spinge a casa Chiesa. Ancora un “kappa” su Forestieri e base su ball ad Akinlab. Il momento è topico, si sta tutti con il fiato sospeso. Due fuori e corridori in prima e terza per i punti della possibile vittoria del Crocetta. Gerali è nel box, sul conto di 2 ball ed uno strike tocca duro una linea a sinistra, ma senza fortura, poiché, l’altra ragazza del Carpi, inserita a difesa della seconda base, allunga il braccio: la palla è nel guanto! Carpi vince la sua prima partita ufficiale di Winter League e la vittoria, almeno oggi, si colora di rosa!

Seguici anche su Instagram !