Non si scherza più

Da qui alla fine di questo travagliato campionato di serie B, per uno strano scherzo del destino, la Pranzopiù Athletics dovrà affrontare solo avversari direttamente coinvolti nella lotta per non retrocedere. Dopo aver pareggiato con il Crocetta di Parma, con gravi decisioni penalizzanti nei nostri confronti perpetrate dell’arbitro (scusate il termine) Alinovi, dopo la sosta agostana, necessaria soprattutto per il recupero fisico e mentale di alcuni giocatori, non ultimo l’utility Andrea Andrian che, nonostante una caviglia disastrata che gli impediva di correre è stato sicuramente il migliore in campo in gara 1, a Parma, artefice delle due volate di sacrificio che hanno fruttato i punti della vittoria (3-2), mentre in gara due, protagonista la coppia arbitrale, un saliscendi di punteggio ha determinato la sconfitta finale per 10 a 16 con espulsioni a raffica e nervosismo crescente fino alla fine della partita. Ora si dovranno affrontare, in casa, i Drag Bears di San Lorenzo Isontino. La formazione giuliana non sta attraversando un buon momento ed è facile immaginare che non verrà a Bologna per fare da comparsa, ma cercherà in tutti i modi di strappare un risultato positivo, se non altro per mantenersi a distanza di sicurezza per poi puntare tutto sull’ultimo doppio scontro dell’ultima giornata di campionato. Il San Lorenzo affronterà il Buttrio che è sì una delle due squadre più forti del campionato, ma a quell’epoca i corregionali sapranno già il loro destino, ovvero se saranno già qualificati per i playoff, allora è forse peccato pensare che non giocheranno con il coltello tra i denti? Parentesi aperta anche sul Crocetta di Parma. I parmensi giocheranno prima a Buttrio, e qui la vedo dura, poi ospiteranno il Padova, diciamo 2 vittorie su 4 gare? Diciamolo. L’altra formazione parmigiana, l’Oltretorrente, può guardare al futuro con più serenità, il calendario prevede prima, in casa, il confronto con i Drangons di Castelfranco Veneto, già in pace con tutti, poi l’ultima fatica a Verona, dove i padroni di casa potrebbero trovarsi già qualificati ai playoff per lo stesso discorso del Buttrio. Gli Athletics dovranno presentarsi all’appuntamento del doppio confronto con il San Lorenzo con le pile stracariche e con in testa un unico obiettivo, la doppia vittoria, un pareggio sarebbe manna dal cielo solo per i nostri avversari. Lasciare parte o tutta la posta in palio ai Drag Bears significherebbe sprofondare nella depressione più cupa e sarebbe poi oltremodo difficile giocare le 4 partite consecutive che avranno come avversario il Ponte di Piave, due in casa, recupero delle gare rinviate l’8 giugno scorso (campo allagato) e due in trasferta, nel catino bollente di Ponte di Piave. Guai se quelle due partite dovessero essere decisive! Vincere le prossime quattro sfide vorrebbe significare salvezza quasi certa. La speranza dichiarata è comunque di avere, da qui alla fine, arbitri all’altezza dell’importanza delle gare in programma. Con i Campionati di serie A e A2 ai playoff, quindi con tanti arbitri di valore non utilizzati, diventa alquanto curioso l’invio, per esempio, a Parma, per una delicatissima doppia sfida salvezza (leggi Crocetta-Athletics), di due arbitri parmensi, molto curioso. Ricordo a chi si fosse messo in ascolto solo in questo momento che, la nostra federazione, a più riprese, ha sbandierato ai quattro venti, lanciando proclami, per un futuro del baseball da “professionisti”. Ridicolo sarebbe arrivare (se mai ci si arriverà) a quel traguardo con personaggi “tristi”, in tutti i sensi, a dirigere le partite. Il “professionismo” dovrebbe cominciare, a mio parere, da qui, dal settore arbitrale. Appuntamento a tutti gli appassionati, per due weekend di fuoco, sul diamante di via Pirandello, domenica 31 agosto, per il doppio confronto con il San Lorenzo Isontino (UD) e, la settimana successiva, 7 settembre, per il recupero con il Ponte di Piave, ancora a Bologna. Orario inizio gare ore 10,30 e 15,30.

Articoli consigliati