Padova si impone sull’OM Valpanaro Athletics Bologna nelle prime due gare di Finale

Nulla da fare per l’OM Valpanaro Athletics Bologna nelle prime due partite della serie di Finale contro il fortissimo Tommasin Padova. Se nel primo incontro (14 a 2 al 7′) la solidità dei veneti unita all’emozione di giocare un incontro di questo tipo ha giocato un brutto scherzo alla truppa di Duarte, il secondo match (12 a 1 all’8′) porta come responso un risultato assolutissimamente bugiardo nelle dimensioni in quanto per 5 riprese piene si è potuto assistere ad una piacevole gara. Poi due errate chiamate a casa a base di Alinovi (pur non risultando decisivo ai fini del risultato finale anche stavolta si è dimostrato indigesto per gli Athletics) associate al lunghissimo homerun da 3 punti di Pestana hanno fatto perdere l’interesse per un match che invece il numeroso pubblico presente meritava di gustarsi per intero. In una due giorni dove bisogna solo fare i complimenti a squadra e società veneta (sempre codiale e disponibile nella collaborazione logistica) per l’indiscussa prova di forza dimostrata sul campo, dispiace dover segnalare due situazioni “fuori dal coro”. La prima è stato il comportamento tenuto da Pestana (grande giocatore per questa categoria) il quale ha dimostrato di non aver imparato assolutamente nulla di quello che di grave è già successo quest’anno insistendo in atteggiamenti provocatori, irridenti e poco rispettosi degli avversari. La seconda è stata quando alcuni (per fortuna non tutti) sostenitori del Padova, anzichè sostenere e festeggiare unicamente la propria squadra, si sono purtroppo distinti negativamente per un atteggiamento offensivo nei confronti dei giocatori bolognesi, cosa che qui al ns. campo è inusuale ma soprattutto non gradito in quanto il pubblico del baseball deve essere rivolto a giovani e famiglie che vogliono passare una giornata gradevole insieme e, soprattutto, senza le cattive usanze tipiche dei tifosi calciofili.

Venturi con 2 su 4 uno dei migliori nel box in Gara1
Venturi con 2 su 4 uno dei migliori nel box in Gara1
Di Carrà (2 su 4 con doppio) gli unici RBI di Gara1
Di Carrà (2 su 4 con doppio) gli unici RBI di Gara1

 

 

 

 

 

 

 

Gara1 si disputa sabato pomeriggio e sul monte di lancio vede la sfida tra Nardi per i bolognesi e Faccini per i patavini. Purtroppo, al contrario degli incontri di regular season, questa volta il pitcher gialloverde non riesce a produrre le sue insidiose rotazioni che avevano sempre messo in difficoltà il line-up veneto. Se a questo si aggiunge che la stessa difesa Athletics è spesso tradita dall’emozione, un attacco già di per sé forte di suo come quello del Padova non può far altro che aggredire immediatamente il match e portarlo su una direzione completamente a proprio favore. Nardi è costretto ad arrendersi dopo sole 3 riprese avvicendato da un Giorgi il quale, pur non disputando complessivamente una cattiva prova, paga un dazio molto pesante sia per qualche suo lancio un po troppo in zona e che per le disattenzioni difensive. Per contro troppo isolate le buone prestazioni offensive di Accorsi (2 su 3 e un doppio) Venturi (2 su 3) e Carrà (2 su 3 un doppio e 2RBI), il cui doppio ha consentito al quinto inning la segnatura degli unici 2 punti dell’OM Valpanaro su un comunque bravo Faccini. In un contesto del genere la partita non poteva che concludersi prima del nono con la chiara supremazia del Padova.

Box Score di Gara1 dal sito FIBS

Per Del Priore 2 su 4 nel box ed una giocata difensiva da highlights in Gara2
Per Del Priore 2 su 4 nel box ed una giocata difensiva da highlights in Gara2
Buon rilievo di Ghio in Gara2
Buon rilievo di Ghio in Gara2

 

 

 

 

 

 

 

 

Gara2 si disputa la domenica mattina e, come previsto, vede opposti come partenti Angelini per gli Athletics e Crepaldi per il Padova. Questa volta, nonostante la solita partenza favorevole del Padova, il giovane pitcher bolognese e la propria difesa riescono a mettere qualche granello di sabbia in più nel perfetto ingranaggio offensivo veneto, portando il match su binari più giocabili. Anche in quest’ottica va l’inserimento molto anticipato rispetto al solito di Ghio il quale però non tradisce le attese di Duarte. Purtroppo anche in questo frangente l’attacco non è molto grintoso ed aggressivo anche se alla quinta ripresa l’OM Valpanaro da segnali di vitalità andando a punto con Del Priore (l’unico a distinguersi nel box con 2 su 4) e non sfruttando una ghiotta occasione chiudendo il proprio inning offensivo con le basi piene. Non appena i sostenitori gialloverdi iniziano a pregustare una partita in contention fino al termine, durante il sesto attacco veneto arrivano due gravi errori sulle chiamate dei lanci di Ghio da parte di Alinovi che prima grazia Pacini, che successivamente giungerà poi a punto per il 6 a 1, poi soprattutto Pestana che, anzichè essere un prestigioso “scalpo” per il giovane pitcher livornese, può avere un’ulteriore chance nel box che viene immediatamente sfruttata con un kilometrico fuoricampo da 3 punti per il 9 a 1. I successivi due K di Ghio su nientepopodimeno che Sciacca e Chapelli non hanno fatto altro che far aumentare il rammarico per aver visto togliere all’incontro ogni successivo coinvolgimento senza un valido motivo. All’ottava ripresa  il rilievo bolognese Gerbi, subentrato a Ghio, deve prematuramente arrendersi sia al secondo fuoricampo di giornata, questa volta di Sciacca, ma soprattutto a problemi fisici che costringono Duarte ad affidare la chiusura dell’inning a Draghetti. Come nel primo incontro, anche se questa volta molto immeritatamente per quanto visto sul campo, la partita si chiude anticipatamente, anche se ovviamente non sono certo in discussione i meriti del Padova.

Box Score di Gara2 dal sito FIBS

Da sabato 14 settembre la serie si sposterà a Padova. I veneti avranno già a disposizione il primo match ball ma l’OM Valpanaro Athletics Bologna è comunque intenzionata a dare battaglia sportiva fino all’ultima pallina per onorare prima di tutto il baseball ma soprattutto per onorare una bellissima ed indimenticabile stagione che nessuno gli potrà mai portar più via.

 

Articoli consigliati