Ragazzi quarti al “Città di Rovigo”

Non riesce ai Ragazzi l’impresa di centrare il podio al 21° Trofeo “Città di Rovigo” disputatosi il 6-8 settembre nella città veneta: tutta colpa di una prima partita pessima contro i veronesi del S. Bonifacio, che poi si sono aggiudicati il Torneo battendo in finale la Pianorese per 4 a 1. Purtroppo, come già accaduto a Collecchio due settimane fa, la formula del Torneo impone subito una partenza lanciata, che evidentemente non si addice alla nostra squadra: a poco è servito il filotto di vittorie successive. Le nove squadre partecipanti sono state divise in tre gironi da altrettante squadre: i giovani gialloverdi sono stati inseriti con S. Bonifacio e gli inglesi del London. Come a Collecchio, sono stati utilizzati due giocatori in prestito provenienti dallo Junior Firenze: Emiliano Chiussi già lo conoscevamo dal Torneo parmense, mentre Sean Fasano ha dato una grossa mano sia sul mound che nel box di battuta, segnalandosi come uno dei più positivi. Questo il breve resoconto delle cinque gare disputate.

Venerdì 6 settembre                S. Bonifacio-Athletics     11 – 3

La partita che condiziona negativamente tutto il Torneo, non solo per il risultato, ma soprattutto per le proporzioni dello stesso che ci precludono il primo posto nel girone. E dire che era iniziata benissimo con tre punti al primo attacco con il triplo di Capelli, i doppi di Migo e Fasano ed un errore, ma queste rimarranno le uniche nostre segnature ed i veneti prima accorciano con il nostro partente Emiliano Chiussi che subisce il triplo di Chumber ed un paio di basi ball, poi si portano in vantaggio al secondo con Emiliano che concede tre basi ball prima di essere rilevato da Capelli che subisce un singolo da due punti da Buin, diventati poi tre su palla mancata. Non va meglio al terzo quando, dopo due K, arrivano cinque basi ball e due colpiti per l’8 a 3, che poi diventa 11 a 3 all’ultimo inning sul rilievo di Bacci. Se la sconfitta fosse rimasta in termini contenuti, avremmo avuto buone possibilità di rincorrere il primo posto nel girone e giocare per le prime tre piazze, ma la brutta prova della squadra, con un finale quasi da “Caporetto” condizionerà tutto il resto del Torneo.

Sabato 7 settembre                   Athletics- London         10-0

Di certo in Inghilterra il baseball non è lo sport d’elezione e lo si è visto in questa gara senza storia, con il nostro partente Fasano che ha disposto agevolmente del line-up avversario (che però aveva sconfitto S. Bonifacio 7 a 6), mentre il lanciatore avversario Jones concede troppe basi e lanci pazzi al primo, il doppio di Capelli, il singolo di Cosattini più altri lanci pazzi al terzo ed il rilievo Kozuki viene colpito duro dai tripli di Fasano e Migo e dal singolo di Cosattini che chiudono sul 10 a 0 una gara il cui risultato non è mai stato in discussione, tanta è stata la superiorità dei gialloverdi. Purtroppo lo scarto eccessivo con cui è maturata la sconfitta contro i veronesi ci relega al secondo posto nel girone per la peggior differenza punti, quindi entriamo nel girone delle seconde per giocarci le posizioni dalla quarta alla sesta.

Crocetta- Athletics         2-9

Altro successo largo e privo di particolari problemi per i gialloverdi: c’è da dire che il Crocetta ha portato a questo Torneo una formazione molto giovane e totalmente diversa da quella giunta seconda a Collecchio. I parmensi hanno retto solo una ripresa, sotto un sole sahariano che ha messo a dura prova la resistenza di tutti i presenti al campo, poi i doppi di Migo, Lambertini e Capelli ci portano sul 4 a 0 al secondo, il triplo di Fasano sul 5 a 0 al terzo ed i singoli di Lambertini e Fasano, il doppio di Capelli ed un errore ci portano sul 9 a 1, poi diventato 9 a 2 nella seconda metà del quarto sui lanci di Montanari, rilievo di un ottimo Cosattini. A fine partita tutti a contendersi i (pochi) angoli ombreggiati del diamante rodigino.

Athletics-Carpi          9 – 3

Partita che contava poco per la classifica ma che ha visto un’altra netta affermazione dei nostri colori con il partente Chiussi che concede un punto al primo causato da un errore e prontamente ribaltato dai nostri sul pitcher avversario Schivalocchi con i singoli di Migo e Fasano ed il doppio di Cosattini. Gli Athletics di fatto chiudono l’incontro al secondo con ben 5 basi ball ed un colpito, inutili i due punti segnati dal Carpi al terzo con tre basi e due colpiti anche perché nella parte bassa il singolo di De Biasi ed il doppio di Fasano fissano il punteggio sul 9 a 3 finale. Dunque i nostri ragazzi conquistano il diritto a disputare la finale quarto-quinto posto proprio contro il Carpi.

Domenica 8 settembre              Athletics-Carpi     5 – 4

Partita molto più equilibrata rispetto a quella del giorno precedente anche perché l’ottimo partente carpigiano Ruini subisce soltanto un punto al secondo grazie al singolo di Fasano che poi gira tutte le basi su errore. Lo stesso Fasano è il nostro lanciatore partente e se la cava benone fino al terzo quando un pacchiano errore difensivo sulla battuta di Lupi porta il Carpi in vantaggio 2 a 1. Le cose cambiano radicalmente quando sul monte va il rilievo Caliari su cui le nostre mazze si scatenano con il doppio di Capelli, i singoli di Migo e Capponcelli ed un fatale errore difensivo sulla linea di Fasano. Il nostro rilievo Lorenzo Capelli, dopo un inning con tre battitori passati al box, concede un paio di punti su due basi ball ed il singolo di J. Righi, ma il K su Lupi chiude di fatto l’incontro. L’ultimo attacco Athletics si gioca solo per l’accademia con gli arbitri che se ne vanno decretando la fine dell’incontro e l’inutilità dei quattro punti segnati con i singoli di Chiussi, Cosattini e Fasano ed il doppio di Migo: per le statistiche vale il 5 a 4 a metà quinto che certifica il quarto posto finale degli Athletics.

In verità il livello tecnico del Torneo è parso meno elevato di quello di Collecchio e, con un po’ più di attenzione e concentrazione nella prima partita persa malamente, si poteva puntare a posizioni più prestigiose, quindi un po’ di rammarico indubbiamente resta così come la consapevolezza del buon valore della nostra squadra che, dopo la prima batosta, ha infilato una serie di rinfrancanti successi.

I prossimi appuntamenti saranno quelli della Coppa Emilia, le cui date sono ancora in definizione.

Classifica finale: 1. S. Bonifacio; 2. Pianorese; 3. Junior Rovigo; 4. Athletics; 5. Carpi; 6. Crocetta; 7. Vicenza; 8. London; 9. Hungary.

Comments are closed.