Winter League Ragazzi, a testa alta!

Si è chiusa oggi la fase regionale della Winter League Ragazzi e i nostri cinni hanno concluso la manifestazione al secondo posto dietro il San Marino che si è dimostrata l’unica formazione in grado di superare la nostra squadra, dato che le uniche sconfitte sono maturate appunto nei confronti della squadra del Titano. Ma andiamo con ordine.

DSC_0010Primo impegno giornaliero la semifinale contro il Castenaso, formazione che ha dimostrato nel torneo di fare del monte di lancio la sua arma principale. Non per niente il suo primo lanciatore, Riccardo Nepoti, sarà premiato alla fine come miglior lanciatore. I nostri ragazzi sono però stati capaci di battere i suoi lanci, segnando il primo e unico punto a suo carico del torneo già al primo inning, grazie alle valide da due basi di Montanari e Caprini Mattia. Dall’altra parte anche i nostri lanciatori, gli stessi Montanari e Caprini, hanno dimostrato di essere in ottima giornata, non concedendo punti ai nostri avversari, anche grazie ad un’ottima prova della difesa. Segnalo due splendide eliminazioni 5-3 di Vignatelli Leo, la seconda delle quali ha letteralmente tolto il punto del pareggio al Castenaso. In attacco, fatto salvo il primo punto già raccontato, poco o nulla fino al 5° inning quando abbiamo sfruttato la salita del 3° lanciatore biancoblu che ci ha regalato 4 basi e, di fatto, la partita. Risultato finale 4-0 per noi.

Così ci aspetta in finale il San Marino che nella seconda semifinale ha battuto abbastanza facilmente il Ravenna. E come già nella partita del girone, persa con il minimo scarto e soltanto all’ultimo inning, anche in questa occasione ne è venuta fuori una partita davvero bella, agonisticamente e tecnicamente, ed emozionante fino alla fine.

DSC_0169
Davide Bonetti premiato da Claudio Liverziani, capitano Fortitudo

Al primo inning il San Marino passa a condurre, segnando un punto nell’unico vero passaggio a vuoto della nostra difesa, frutto di un paio di decisioni sbagliate che unite all’imprecisione di tiro hanno trasformato una non difficile rimbalzante in una battuta da tre basi e, appunto, un RBI. Poi da quel momento tanta (davvero tanta) difesa. Nei successivi due inning abbiamo assistito a tutto quello che difensivamente si può fare per aiutare il lanciatore: assistenze, prese al volo, addirittura un fantastico doppio gioco 4-6-3 (Mezzetti, Bonetti, Montanari) da brividi! In attacco invece abbiamo sofferto. Il primo lanciatore (Ercolani, secondo a Nepoti nella classifica lanciatori solo per un peggior numero di K/IP) ha dimostrato ancora una velocità a cui i nostri non sono abituati e ha facilmente controllato i due inning di sua competenza. Con i successivi due lanciatori invece siamo riusciti a mettere parecchi battitori in base, frutto di diverse valide e anche qualche passaggio gratuito, ma siamo riusciti a concretizzare poco, un solo punto, lasciando in base ben 7 corridori in quattro inning. E questo alla fine è stata la differenza, visto che il San Marino al quarto attacco ha portato via la posta piena grazie ad uno splendido grande slam (che per le regole del torneo è valso solo 3 punti) di Ercolani, dopo un duello avvincente con il nostro lanciatore Caprini. I nostri ci hanno provato fino alla fine, ma nell’ultimo attacco sono stati capaci di segnare un solo punto. Finale 4-2.

Cosa dire del torneo dei nostri? Complessivamente 4 vittorie e 2 sconfitte (entrambe con i sanmarinesi), abbiamo mostrato di essere la squadra più completa del torneo: in difesa sicuramente la migliore, con ottime prove dei lanciatori, un line up che ha battuto valido quasi con tutti (ciliegina sulla torta il premio a miglior battitore a Davide Bonetti) ed un livello di concentrazione quasi sempre ai massimi livelli. Cosa è mancato? Poco, davvero poco.

Ora appuntamento per le finali nazionali di WL, il prossimo 6 marzo. La nostra squadra partecipa in qualità di organizzatore, ma rispetto agli ultimi anni ci presentiamo con le carte in regola per dire la nostra fino in fondo.

Forza As!

Articoli consigliati