Athletics… 10 e “Lodi”

Questa vittoria, ottenuta in gara quattro della serie spareggio salvezza contro gli Old Rags di Lodi è una vittoria che, probabilmente, non lascerà nessun segno nella storia del baseball, è la vittoria dei poveri tra i poveri, ma per gli Athletics l’aver vinto a Lodi, l’essersi garantita e meritata, sul campo, la permanenza in serie B, vale quanto la vittoria del girone ! E’ giusto che ognuno abbia e persegua i propri obiettivi secondo una logica di mezzi e possibilità. La Pranzopiù ha ottenuto e raggiunto, seppur sul filo di lana, l’obiettivo prefissato ad inizio campionato. Avrebbe desiderato soffrire di meno, questo è certo, ma è certo che la soddisfazione del team e di quanti l’hanno accompagnato in questa trasferta lombarda, condividendo delusioni e gioie, la soddisfazione, dicevo, è stata grande ed intensa. Gli Athletics ed il loro sponsor potranno così continuare l’avventura nella serie cadetta, arricchendola di un altro capitolo, augurandosi sia un po’ meno complicato.

GARA 1 : Coach Spisni deve operare delle scelte, parte con un vantaggio di 2 partite a zero, deve amministrarlo al meglio e puoi permettersi di rischiare qualcosa, decide allora di buttare nella mischia Roncarati, anche se non in perfette condizioni. Lodi schiera il suo miglior line-up e l’ottimo Pietro Sandini sul monte. L’ordine di scuderia è tenere e resistere più che si può, indipendentemente dal risultato, per tenere “freschi” tutti gli altri lanciatori. L’inizio è promettente, il vantaggio giallo verde, 1 a 0, è alimentato da due erroracci difensivi del Lodi, ma purtroppo, da questo momento in poi è solo dominio assoluto dei padroni di casa che vanno subito sul 3 a 1, incrementando via via il loro score, due punti al terzo ed uno sia al quarto che al quinto, fino ad arrivare al settimo inning in cui dilagano, prima su Roncarati che deve arrendersi, pur avendo raggiunto l’obiettivo di squadra, poi su Tavolazzi chiamato a chiudere l’inning. Finisce 13 a 1 per Lodi che ha battuto 12 valide contro le due degli Athletics (Pontini e Saletti). Nessun dramma, ai bolognesi basta sempre vincerne una su due. Le energie sono state salvaguardate per la partita della sera.

GARA 2 : al ritorno in campo gli umori dei contendenti sono assai diversi, euforici i lombardi, determinati i bolognesi. Poppi e la squadra tutta sono chiamati a ripetere l’impresa di Ponte di Piave. Lodi parte con Modari sul monte. Con due doppi giochi difensivi di ottimo livello gli Athletics si salvano dai primi due attacchi dei lombardi, poi gli Old Rags, al terzo, vanno a punto, valida di Ramberti e tre lanci pazzi consecutivi di Poppi, ma è un piccolo incidente di percorso perché il lanciatore bolognese si riprende subito. AL quarto attacco Pranzopiù fa la voce grossa. Con Pontini e Rumenos sulle basi l’eccellente Ledesma stacca il biglietto dell’ennesimo doppio stagionale e li manda a punto, incrementa il bottino carrà che con la sua valida manda a casa sia Ledesma che Roncarati, inserito a sorpresa nel line-up e posizionato all’esterno sinistro tra lo stupore degli addetti ai lavori. Bologna conduce 4 a 1 e Lodi accusa il colpo. La gara si snoda negli inning successivi con le difese attente ed impenetrabili, fino al nono ed ultimo inning. Tre punti forse non bastano, lo sa Spisni, lo sanno i giocatori, anche quelli avversari. Il nono attacco felsineo si apre con un singolo a destra di Carrà. A sorpresa il partente ed incolpevole Modari viene rilevato dall’esperto Blanchetti. La difesa non aiuta il nuovo entrato e carrà segna il quinto punto per Bologna su volata di sacrificio di Casadei. I lanci del rilievo lodigiano sono prevedibili e Pontini, Rumenos e Ledesma battono tre valide consecutive che valgono il 7 a 1, prima dell’ultima eliminazione al piatto di Saletti. Caratteristica indiscutibile del team bolognese è rendere complicato qualcosa che non lo è. L’ultimo attacco dei padroni di casa lo dimostra. Lodi tenta il tutto per tutto, ma sei punti da recuperare sono tanti. Montalbetti è il primo eliminato sulla via 5-3, ma un errore manda in base Saldini e Mercedes (il migliore del Lodi) batte valido, con gli uomini agli angoli Carrà non trattiene un lancio ed entra un punto. E’ il turno di cornelli la cui secca linea è presa al volo da Poppi. A questo punto manca solo un’eliminazione, l’ultima, la 27^. Arras batte valido e Mercedes va a punto, 3 a 7. Montanari, ancora un singolo, prima e seconda occupate. Spisni accenna ad entrare, ma viene vivacemente invitato a rimanere dov’è, Poppi vuole finire la partita. Ancora un valido di Meazza fa entrare il punto numero 4 per Lodi che sia avvicina pericolosamente. Tocca a Bovini che, al quarto lancio, alza un altissimo pop in diamante. La presa al volo di Ledesma vale la salvezza e va a coronare una prestazione di squadra perfetta. L’adrenalina può smettere di scorrere per lasciar spazio alla gioia incontenibile dei bolognesi.

Bologna resta in serie B e resta in B anche l’altra squadra bolognese, il Longbridge, che ha vinto il suo spareggio salvezza. Lascia invece la B il Castenaso, che, dopo anni di tentativi andati a vuoto, ribaltando ogni pronostico, ha avuto la meglio sull’ostica Fiorentina conquistando la serie A2. Nel 2009 la Provincia di Bologna sarà così rappresentata in tutte le categorie, dalla massima serie (Fortitudo) alla C1.

Seguici anche su Instagram !