Comanda Parma

L’ultima giornata di gare, in programma al Centro Universitario Record di via Pilastro, ha riservato inattese sorprese. Tre dei quattro incontri in programma, quasi fosse uno scherzo del destino, rappresentavano dei veri e propri spareggi. Favorita d’obbligo il Carpi Clippers che, nella sua prima uscita, aveva destato particolare sensazione, con le outsider Crocetta, Junior Parma e Pianoro a contendersi la parte del guastafeste e, di conseguenza, un posto per le finali dell’1 marzo. Pianoro viene immediatamente messa fuori dai giochi, nella prima partita, contro Carpi. Quest’ultima, nonostante qualche difficoltà iniziale, passa per 4 a 1 riuscendo anche a non utilizzare i suoi due migliori lanciatori. E’ poi il turno dello Junior Parma, il suo avversario, il San Lazzaro, senza particolari interessi di classifica, gioca aviso aperto contro i più quotati avversari, ma “l’esperienza” dei parmensi, sospinta da un ottimo attacco (5 valide, Filippo Valenti 2 su 3) alla fine prevale. Parma si impone per 7 a 2. Le ultime due gare in tabellone diventano così due veri e propri spareggi. Carpi e Crocetta si affrontano per primi. Carpi è a punteggio pieno, Crocetta ha perso la gara di esordio contro la Pianorese. L’inizio è favorevole al Carpi che si porta in vantaggio (1-0) con una valida di Nabil Javaid. Le difese sono perfette e sul monte di lancio Diana e Zafar dettano legge e non subiscono punti, Il Crocetta rileva Merlo (partente) con Ruggeri, ma Carpi si porta sul 2 a 0 (doppio di Diana). Quinto ed ultimo inning, cambio obbligato dei lanciatori, possono infatti tirare solo 2 inning a partita e sia Diana che Zafar hanno già dato. Ouraffa sale sul monte per Carpi, Coffrini è il closer per il Crocetta. Coffrini subisce un singolo, ma mette anche a segno tre strike out e salva il risultato, Ouraffa subisce un singolo interno, ma la difesa, con una grande giocata Diana-Zafar chiude un doppio gioco, manca solo una eliminazione. Nel box va Amadei che batte di prepotenza una palla interna scaraventandola in fuori campo (1 a 2), è l’episodio che fa girare la partita favore dei parmensi. Ouraffa infatti accusa il colpo e, prima colpisce Merlo, concede la base a Fasan per poi subire il singolo di Ungari per il punto del pareggio, un lancio pazzo fa infine raggiungere casa base a Fasan che segna il punto che certifica la vittoria del Crocetta (3 a 2). Partita emozionante, pubblico in visibilio! A chiudere il derby di Parma, Crocetta e Junior Parma si affrontano con la consapevolezza che una vittoria significherebbe accesso alle finali (Carpi già qualificata con qualsiasi risultato). Fuochi d’artificio al primo inning. Va in vantaggio il Crocetta, ancora carico di adrenalina, due singoli di Ruggeri e Coffrini, poi un doppio potente di Merlo, al centro, che manda a casa il primo punto, bissato da una scelta difesa dello Junior. 2 a 0 Crocetta, ma lo Junior non sta a guardare e ribatte con un doppio dell’ottimo Valenti ed un singolo di Amoretti, ma un solo punto nello score. La partita, da questo momento in poi, vive della forza dei lanciatori di entrambi gli schieramenti e della bravura delle due difese. Ci si trascina così, senza colpo ferire, fino al quinto inning. Mazza Fabio sale sul monte Junior mentre il Crocetta ripresenta Coffrini. L’attacco del Crocetta dura un amen, Mazza mette K due avversari e Zucchelli è colto rubando in seconda da una pregevole assistenza del ricevitore. L’attacco Junior si apre con una battuta di Mazza Alessio, la difesa pasticcia ed il corridore biancorosso arriva sulla seconda base, a Mulazzi viene concessa una base per ball, su lancio pazzo entrambi avanzano di una base. Ci si trova così nella situazione di due corridori in posizione punto e nessun eliminato. I più dei presenti pronosticano un remake della gara precedente con lo Junior a far la parte del Crocetta, ma è ancora Coffrini a sbalordire tutti infilando tre eliminazioni consecutive al piatto e regalare così vittoria e primato in classifica alla sua squadra.

Dopo l’exploit di due settimane fa del Sala Baganza che si era aggiudicato il Girone A relegando al secondo posto l’Athletics di Bologna, detentore del titolo, è così la volta del Crocetta Parma che si impone nel Girone B lasciando il secondo posto al Carpi Clippers. Abbinamenti di semifinale così definiti Crocetta Parma – Autofficina Bignami Athletics Bologna e Sala Baganza (PR) – Carpi Clippers (MO). Le vincenti di queste due semifinali si affronteranno, sempre alla Record in una finalissima che decreterà i nomi delle due società che approderanno alle Finali per il Titolo Nazionale Indoor previste, sempre in questa sede, l’8 marzo 2009. Per tutte le altre squadre finali incrociate in considerazione della posizione in classifica raggiunta nei rispettivi gironi.

Finale – 1 marzo 2009
Centro Universitario Record (Bologna)
8.30 Ermes Fontana Sala Baganza (PR) – Carpi Clippers
9.40 Mercadanti s.r.l. Crocetta Kids Parma – Autofficina Bignami Athletics Bologna
10.50 perdente g1 – perdente g2
12.00 vincente g1 – vincente g2

PalaCUS (Via del Carpentiere – Zona Roveri – Bologna)
8.30 CONAD Fortitudo B.C. – Junior Parma
10.10 S. Marino B.C. – DIGITIME Nuova Pianorese (BO)
11.20 Modena B.C. – San Lazzaro ’90 (BO)

A seguire, al Centro Universitario Record: premiazioni.

Recommended Articles