Sala Baganza primeggia

La quarta giornata di Winter League emiliano romagnola 2009 emana i primi verdetti. In campo, a darsi battaglia, tutte le squadre che compongono il Girone A e l’unica partita che apre il programma della giornata, per il Girone B, che vede contrapposte le squadre bolognesi del San Lazzaro e della Pianorese. Da questo confronto esce vittoriosa la formazione di Pianoro (10 a 3) con Clemente Nicolò, Di Lorenzo e Argentiero su tutti, per San Lazzaro, che ha provato molte piccole leve sul monte, una buona prestazione in ottica futura. Pianoro, con questa vittoria, balza al secondo posto ed accarezza speranze di finale, anche se occorrerà registrare un po’ meglio la difesa, nell’ultima giornata dovrà affrontare le due formazioni più organizzate, viste finora in questa manifestazione, ovvero Carpi e Crocetta. Seconda partita, vantaggio San Marino per merito di Bonsi , sulla Fortitudo, che riesce poi, alla distanza, ad avere la meglio (7 a 2) sugli adriatici, 4 valide ed un Valerio Jordy attento e determinato nel ruolo di ricevitore. Entra in scena il Sala Baganza, la prima gara che la vede opposta al Modena, sembra una semplice formalità, ma i modenesi dimostrano grinta e mancano solo di esperienza, vanno in vantaggio al primo attacco con l’ottimo Lorisini, vengono raggiunti e superati negli inning successivi (1 a 6 al terzo) quando il Sala profitta a piene mani degli errori degli avversari che tentano, nelle ultime battute della gara, l’improbabile rimonta riuscendo comunque a segnare ancora 2 punti con Lanzo in grande spolvero (finale 6 a 3 per il Sala). E’ poi la volta dello “spareggio” per, come si direbbe nel rugby, il cucchiaio di legno del Girone A. San Marino e Modena se la giocano a viso aperto, ma sono i sammarinesi a conquistare la vittoria (9 a 3) permettendosi il lusso di chiudere una tripla eliminazione (giocata alquanto inusuale) all’ultimo inning. In questa partita, al terzo inning) il prima base del San Marino, Pozzi, spedisce la palla oltre la “recinzione”, all’esterno sinistro, tra il pubblico, per il primo fuoricampo di quest’anno. Ed è la volta di Autofficina Bignami Athletics e Sala Baganza, la gara più attesa della giornata. Il tempo di un amen e, sul lancio del parmigiano Tanara, Montanari scaraventa la palla in fuoricampo per l’effimero vantaggio bolognese. Gamberini, partente Athletics, contiene bene il contrattacco giallo-blu, ma al secondo attacco dopo aver lasciato a zero lo score bolognese, il Sala pareggia, valida di un eccezionale Zambelli (2 su 2) che va poi a punto su lancio pazzo. Tutto da rifare, ma il rilievo parmense, Adorni, è quasi intoccabile e gli Athletics collezionano una serie di K. Piovani, subentrato a Gamberini, non subisce punti al terzo, ma al quarto capitola. In questo inning il Sala batte ben 4 valide, in apertura Zambelli, poi gli fa eco Graiani, e con due out è Adorni a battere secco per l’arrivo a casa dei punti che fissano il parziale sul 4 a 1. L’ultimo attacco bolognese è di quelli o la va o la spacca, ma Sala esce dalle sacche, a basi piene e con due fuori è una presa al volo di Tanara, in corsa, dietro al sacchetto di seconda base, che fa esplodere i numerosi supporters giunti da Parma. Il Sala Baganza, meritatamente, si aggiudica la leadership del girone A e dovrà attendere due settimane per conoscere il nome della sua avversaria, l’Autofficina Bignami non demerita, raggiunge anch’essa le finali, ma deve accontentarsi del secondo posto.

Si torna in “campo” il primo di marzo. Occhi puntati su tre match clou, Carpi dovrà giocare prima contro la Pianorese poi contro il Crocetta di Parma che dovrà poi affrontare lo Junior di Parma che dovrà a sua volta vedersela con il San Lazzaro.

Articoli consigliati