Esordienti e la pozione miracolosa

_DSC0048Domenica, 10 maggio, sotto il solleone, i giovanissimi Athletics hanno disputato un triangolare con Nuova Pianorese e Carpi, valevole per il campionato esordienti 2015. I nostri piccoli, adorabili Xmen hanno di nuovo compiuto una metamorfosi completa. Una prima partita disputata con la Nuova Pianorese, indossando i panni del bruco, per poi, dopo la schiusa della crisalide (o “pupa” come meglio si vuol dire), sfociare in una splendida farfalla giallo-verde nella gara contro il Carpi. A stretto racconto di cronaca, nella prima partita, i nostri ragazzi, sebbene apparsi un po’ troppo impacciati (per essere a questo punto della stagione), hanno comunque tenuto testa alla compagine Pianorese. La partita delineatosi su una sostanziale parità è stata decisa da alcuni errori banali difensivi che hanno consentito un finale sfavorevole per 7 a 10. Fine partita, uscita dal campo di gioco per permettere la gara intermedia tra Pianoro e Carpi (terminata sul 7 a 4). Volti delusi e abbacchiati di chi sa di non aver fatto quanto in suo potere. Ma domenica era la festa della mamma, e chi se non le mamme potevano estrarre dal cilindro la pozione magica per rincuorare e rinfrancare i nostri guerrieri. Una tavola imbandita di torte di cioccolato e crostate di marmellata di albicocca, hanno deliziato i palati dei presenti per tutta la durata dell’intervallo. Evidentemente, per i nostri atleti, la cioccolata ha la stessa valenza proteica degli spinaci per Braccio di ferro.

_DSC0092Inizio partita, i nostri accioccolati (se mi passate il termine) si dimostrano fin da subito sul pezzo con la voglia di vincere. Lo sguardo deciso e presente per tutta la partita. Le nostre mazze, producono valide su valide. Riccardo, spara una bella e veloce linea a mezza altezza diretta verso lo sterno del lanciatore che per ripararsi è costretto ad effettuare una inesorabile eliminazione, preludio di efficaci valide che portano a casa diversi punti. Federico, al terzo inning, in prima base, si produce in una eliminazione degna di campionati più ambiziosi, afferrando una veloce linea che passa a circa venti centimetri a sinistra sopra la propria testa, suscitando il boato del pubblico presente. Bisogna citare, comunque tutta la squadra, che trasformatasi rispetto alla prima gara, ha effettuato diverse apprezzabili giocate difensive, traducendole in altrettanti eliminazioni. Una menzione ulteriore, è doverosa per il nostro attacco che, per la verità, finora, non ci ha mai deluso. Il tributo a D’annunzio: “memento audere semper”, cioè “ricordati di osare sempre” e la pozione magica, hanno contribuito a vincere la seconda manche per 7 a 6 contro Carpi, con un attacco in meno, in quanto essendo già in vantaggio, il nostro coach ha concordato di non disputare la seconda parte dell’inning conclusivo. Uscita definitiva dal campo di gioco coi volti pieni di gioia, e compiacimenti vari. E’ con questo atteggiamento che vorremmo sempre vedere i nostri ragazzi, indipendentemente dalla vittoria o sconfitta. Infine, salutiamo l’ingresso del giovane Luca Righini, il quale, trascinato dalla positività dei compagni, si è ottimamente comportato nel corso della sua primissima performance nel meraviglioso gioco del baseball.
Forza As!

Seguici anche su Instagram !