Gli Athletics O.M. Valpanaro fermati da Super Torres e dagli infortuni

Buon Esordio in Campionato per Roncarati

Doppio stop Athletics contro il Cus Messina. Decisivo sui risultati l’incredibile doppia prestazione di Franklyn Torres per i siciliani che effettua sia la completa di 9 inning in Gara1 che il rilievo finale di 3.1 in Gara2. Per i bolognesi, che purtroppo con Carrà allungano la lista degli infortunati nei ruoli chiave di pitcher e catcher, che già contava Poppi, Gerbi e Venturi, una doppia occasione persa per poter portare a casa almeno un successo parziale. La corsa per evitare la lotteria dei play-out è ancora molto lunga ma in futuro occorrerà evitare di farsi sfuggire delle raggiungibili vittorie come è capitato nel doppio confronto con la grintosa compagine messinese.

Gara 1: Athletics – Cus Messina 1 – 2 Box Score Gara1 dal Sito FIBS

Bellissima partita e ben giocata dalle due formazioni, con addirittura ben 3 doppi giochi difensivi effettuati dalla difesa Athletics. Il Cus Messina ottiene i suoi due punti alla prima ed alla terza ripresa sul comunque discreto partente Giorgi, fermandosi poi sul positivissimo rilievo di Roncarati, all’esordio stagionale. Da parte bolognese la ripresa produttiva è la quarta grazie a due doppi consecutivi di Maldonado e Rumenos, poi tanta difficoltà sulle traiettorie di Torres e la forte recriminazione del nono inning quando ,con uomo in terza ed un solo out, i gialloverdi non sono riusciti a portare a casa il punto del pareggio che avrebbe portato la contesa quantomeno agli extrainning.

Gara 2: Athletics – Cus Messina 7 – 11 Box Score Gara2 dal Sito FIBS

Match di livello tecnico nettamente inferiore rispetto al primo incontro, con diverse imperfezioni sia a livello difensivo che sulla corsa sulle basi. Con l’infortunio in Gara1 di Carrà tocca a Mirco Monda l’onere di ricevere la prima stagionale in casacca Athletics di Guanchez. Purtroppo, essendo una batteria totalmente inedita, viene meno l’intesa tra i due con l’aggravante che da una parte vi è un’enorme difficoltà nella lettura delle traiettorie dei lanci che porta a ben 6 palle mancate e dall’altra si assiste ad una non prevedibile mancanza di controllo del pitcher  venezuelano che porta alla concessione di ben 5 basi ball in 6 riprese. Nonostante queste premesse si arriva a fine sesto con il punteggio di 7 a 6 per il Cus Messina, grazie al big inning da 5 punti bolognese arrivato sui problemi di controllo dei pitcher siciliani Irrera e Cardia e chiuso solo dall’ingresso di super Torres. Sul rilievo bolognese Angiolillo, peraltro autore dell’ennesima buona prova sul monte, arriveranno all’ottavo inning i 3 punti decisivi messinesi, che potevano essere evitati con la chiusura della ripresa con la possibile raccolta di una presa in foul, purtroppo non avvenuta. Ai gialloverdi è mancata la determinazione nel box, soprattutto nelle 6 riprese prima dell’ingresso di Torres. In controtendenza solo DelPriore, con 2 su 3 con un doppio, e Rumenos, con 2 su 4 ma che poi ha vanificato il suo lavoro nel box con una completamente errata corsa sulle basi.

Recommended Articles