Gli Athletics non perdono la testa

La terza giornata di Winter League emiliano romagnola 2009 vede l’esordio ufficiale del Crocetta di Parma, nonché la conferma della squadra detentrice del titolo che, seppur fortemente rinnovata nell’organico, non manca di dare soddisfazioni ai propri supporters.

Prima di ognuna delle tre partite in tabellone, e così pure, in contemporanea, sui campi degli altri tornei regionali di Winter League Toscana e Veneto, è stato osservato un minuto di raccoglimento in ricordo delle 4 piccole vittime (bambini tra i nove ed i dodici anni di età) del crollo del palazzetto della società di baseball di Sant Boi de Llobregat, vicino a Barcellona, in Spagna, incidente gravissimo causato dal forte vento.

Quei ragazzini, coetanei dei bambini che partecipano alla nostra Winter league, stavano per iniziare una partita di baseball al coperto.

Nella partita d’esordio, il Crocetta, dopo aver subìto due punti in apertura dal San Lazzaro, valide del guizzante Ruzzu e di Luca Centorino, si porta in vantaggio (3 a 2), sempre al primo inning, con un doppio di Amadei ed un singolo radente di Coffrini. Secondo inning saldamente in mano ai lanciatori (Berti e Ruggeri) e risultato immutato. Al terzo assalto San Lazzaro pareggia grazie ad un lancio pazzo che favorisce l’arrivo a casa di Ruzzu. Nel contrattacco i parmensi picchiano duro sullo stesso Ruzzu, subentrato sul monte di lancio ad Elena Berti, due singoli in successione, di Amadei e Reggiani ed una volata di sacrificio di Trolli fissano il punteggio sul 6 a 3 a favore dei ducali, punteggio che rimarrà immutato anche nel quarto ed ultimo inning. La seconda gara in programma vede ancora in campo il Crocetta, l’avversario di turno è la Pianorese. La squadra del manager Bonetti dimostra un netto miglioramento rispetto alle gare delle prime giornate, soprattutto in fase offensiva. Prima i lanci di Clemente mandano in bianco le mazze del Crocetta, poi, in attacco segnano punti ad ogni inning, al primo la valida di Clemente (migliore in campo) manda a casa Lucchini che aveva battuto un doppio in apertura; al secondo attacco due punti battuti a casa dallo stesso Lucchini ed ancora tre punti al terzo con la complicità della difesa parmense, parziale 6 a 0 dopo tre attacchi completi di gioco. Al quarto inning reazione d’orgoglio del Crocetta che accorcia le distanze, segnando due punti, con le valide di Mori, Zucchelli e Fasan, ma è troppo tardi. Pianoro a punto anche al quarto attacco per il definitivo 7 a 2. L’ultima gara in programma è l’atteso derby bolognese tra Conad Fortitudo ed Autofficina Bignami Athletics. Le due squadre in campo offrono spettacolo ed emozioni al nutrito pubblico. Dopo un inning di studio (0 a 0), gli Athletics sferrano la prima stoccata traendo vantaggio da una serie di lanci ball del partente fortitudino culminata con una palla mancata dal ricevitore per il punto segnato da Piovani. Sul cambio di lanciatori, al terzo, i rilievi vanno in difficoltà. Piovani, degli Athletics, stenta a trovare l’area di strike e regala una serie di basi gratis agli avversari nonché il singolo di Mingozzi; Fortitudo avanti 3 a 1. Lo stesso Mingozzi, rilievo sull’altro fronte, non brilla, ma subisce solo due punti. Punteggio ancora in parità 3 a 3. Rondelli apre il quarto inning con un singolo sul lanciatore, poi vola in seconda su lancio pazzo, Franceschini va K e lascia il box a Marangoni che batte profondo al centro, dove vigila Lorenzo Gamberini, un rimbalzo, palla in mano e fenomenale fiondata a casa base, palla nel guanto del ricevitore Montanari che elimina l’accorrente Rondelli, è la giocata migliore della giornata! La Fortitudo, nel prosieguo di inning segna comunque un punto, punto, recuperato immediatamente dall’Autofficina Bignami che rimette il punteggio in equilibrio 4 a 4. Inizia così il 5° ed ultimo inning. In questo inning si ergono a protagonisti il lanciatore Mengoli e Montanari, spostato da ricevitore ad interbase. Due prese al volo di quest’ultimo ed uno strike out lasciano a bocca asciutta gli aquilotti. Gli Athletics non vogliono il pareggio. Rondelli, closer fortitudino, mette subito strike out Guidi, poi subisce il singolo a sinistra di Piovani che ruba prima la seconda base poi la terza, con il corridore in posizione punto è Maura Daniel a battere la valida della vittoria, il giovane giallo verde diventa così “eroe per un giorno”.

A due turni dalla conclusione della fase eliminatoria regionale cresce l’attesa per il confronto tra Autofficina Bignami e Sala Baganza, in programma domenica prossima, 8 febbraio. Partita decisiva per determinare la leadership del girone A. Nel girone B, invece, il Carpi, al momento favorito, dovrà prestare grande attenzione nelle ultime due sfide, previste all’ultima giornata, dove incontrerà la rinata Pianorese ed il Crocetta che tenterà il tutto per tutto per aggiudicarsi un posto per le finali del 1 marzo 2009, giornata in cui si saprà chi accederà alla finale scudetto dell’8 marzo 2009.

Articoli consigliati