Il derby di Serie B agli Athletics

Al cospetto di un pubblico numeroso ed appassionato, gli Athletics, sapientemente messi in campo da Paolo Dolzani, si prendono una bella soddisfazione, che vale tra l’altro la testa della classifica, dopo quattro giornate, battendo nettamente i cugini del Longbridge, vincendo entrambe le partite in programma il giorno di Pasqua sul diamante avversario, partite ottimamente arbitrate dalla coppia referenziata Bertoldi ed Alinovi. Gara uno: dopo due inning di studio reciproco e con entrambe le formazioni ad un soffio dall’andare in vantaggio, gli Athletics si portano sul 2 a 0 al terzo, grazie ad un lancio pazzo di Garagnani ed al successivo punto battuto a casa dal nicaraguese Elton Avendano. Garagnani e Gianni Dolzani i partenti, il primo non comincia male, ma lo staff bianco blu comprende in ritardo il calo del quarto inning e gli Athletics affondano il colpo, un singolo di Carlini, un errore di Zanetti ed un triplo di Avendano valgono il 7 a 0. I padroni di casa vivono il loro momento di gloria al quinto quando un erroraccio di Gamberini permette loro di segnare 3 punti. Gamberini e Deligia (ex di lusso) lasciano il posto a Lentini Fabio e Minarini. Ancora due punti per gli ospiti ed ancora l’ex Avendano sugli scudi con un altro triplo (alla fine saranno 4 i punti battuti a casa da Elton), Dolzani (vincente 7 rl, 0 pgl, 5bvc, 2bb, 1hp, 7k) è rilevato da un ottimo Saletti che lascia a bocca asciutta i battitori del Longbridge, mentre gli Athletics si portano sul definitivo 12 a 3 segnando altri due punti all’ottavo, la gara si chiude con un doppio gioco difensivo Athletics con assistenza Bondioli-Minarini-De Pau. Avendano, De Pau ed i lanciatori giallo verdi i migliori in campo. Gara due è stata senz’altro più appassionante e combattuta. Alla fine del terzo il Longbridge è avanti 4 a 0. Roncarati non appare particolarmente ispirato, ma riesce ugualmente ad tenere a bada il line up di Dolzani. Poppi lancia forte, ma con poca precisione e la veloce gli rimane alta e le cinque valide aggiunte ad un paio di grossolani errori stigmatizzano il risultato. Al quarto D’Andrea batte un doppio ed è successivamente spinto a casa da una giocata in scelta difesa. Al quinto attacco gli Athletics rimettono in discussione la partita con Bergami che manda a casa Deligia ed è poi Gamberini a toccare casa base per una scelta di gioco del ricevitore Longbridge. Lentini Ivan (altro ex) sale sul monte, al quinto, per Poppi (4,1rl, 4pgl, 7bvc, 3bb, 4k) e chiude l’inning. Dopo alcuni batti e ribatti, all’ottavo la partita è in perfetta parità 6 a 6. Al nono il Longbridge cede psicologicamente, sono infatti tre errori difensivi a confezionare i due punti della vittoria degli Athletics, Lentini (vincente 4,2rl, 1pgl, 4bvc, 2bb, 4k) chiude con grande carattere l’incontro. Per gli Athletics citazione per Ragona (2 corridori eliminati su tentativo di rubata), ma è Bergami il mattatore della partita (3 su 6, 2pbc) con lui Gamberini e De Pau ( 2 su 4) e un indomito Cantelli entrato al settimo a dare peso al line up di battuta (1 su 2), per il Longbridge, che può recriminare su alcune importanti assenze, segnalazione particolare per Slager (2 tripli) e Belletti (2 su 4). Con questo risultato gli Athletics balzano in vetta alla classifica in compagnia di Castenaso e Fano, uniche tre squadre ad aver vinto 3 incontri sui 4 disputati. Il girone è comunque molto equilibrato e bisognerà mantenere alta l’attenzione, le due vittorie di questa settimana gioveranno anche allo spirito della squadra, attesa, domenica 23 aprile, al doppio confronto casalingo contro il Cupra Baseball, avversario da non sottovalutare ( 2 vinte e 2 perse). Appuntamento sul diamante di via Pirandello ai soliti orari, 10,30 e 15,30. Nella speranza di vedere un buon baseball giocato.

Seguici anche su Instagram !