L’OM Valpanaro Athletics Bologna anche in Coppa Italia a testa alta

Termina a Bollate, sede del Concentramento1 di Coppa Italia, la stagione 2013 dell’OM Valpanaro Athletics Bologna. Ragionando aldilà  della qualificazione alle Final Four, che è stata meritatamente raggiunta dai padroni di casa, anche il risultato di quest’ultimo appuntamento può essere considerato positivo. Infatti, già in fase di programmazione, questa tappa di fine anno agonistico era stata progettata per consentire le valutazioni tecniche di alcuni elementi su cui la Società desidererebbe puntare per un impiego futuro. E basta prendere i dati concreti della vittoria sul Sala Baganza, lo “spareggio” contro il Bollate che all’inizio del nono inning era ancora in forte equilibrio (3 a 2 per i lombardi) e dove, per l’occasione, il manager Duarte ha fatto esordire anche i giovanissimi Federico Monti (classe 1996 ed autore al suo esordio di un lungo doppio all’esterno sinistro) ed Alessandro Montanari (classe 1997!), per comprendere come questa trasferta in Lombardia,  nel bilancio finale, possa essere messa alla voce consolidamento e non a quella ridimensionamento.

Di Accorsi (2 su 4) la valida che contro il Sala Baganza...
Di Accorsi (2 su 4) la valida che contro il Sala Baganza...
...ha spinto a casa Abbati per la segnatura del punto decisivo
...ha spinto a casa Abbati per la segnatura del punto decisivo

Il primo incontro del Concentramento1 di Coppa Italia l’OM Valpanaro Athletics Bologna lo disputa contro il Sala Baganza, sconfitto per 9 a 1 dal Bollate nel match precedente. Entrambe le contendenti optano per un ampio utilizzo di giovani con l’aggiunta di qualche elemento di esperienza in ruoli mirati. Sul monte di lancio il Sala utilizza più mestiere schierando Bova mentre i gialloverdi affidano il ruolo di partente a Giorgi. La partita, soprattuto nelle prime riprese, risulta molto bloccata in quanto il lineup bolognese si trova in difficoltà sui lanci del parmigiano ma anche il giovane pitcher del Pilastro, disputando una buona prova, riesce sempre a contenere in modo positivo i battitori salesi. Il risultato si sblocca solo al quinto quando Adelmi, con un doppio da 2RBI, spinge a punto Cavallari ed Abbati, che in precedenza avevano ricevuto la base su ball. Il Sala Baganza però reagiva immediatamente e, dopo aver accorciato le distanze già al quinto, al sesto ribaltava completamente il match segnando ben 3 punti grazie a 3 valide ma anche ad alcune disattenzioni difensive di troppo che hanno ulteriormente penalizzato sia Draghetti, che già dalla quarta ripresa aveva rilevato Giorgi, che Ghio. Dopo che al settimo i bolognesi si erano portati a ridosso dei parmigiani grazie ad un punto segnato per merito dei due migliori nel box degli Athletics e cioè Accorsi e Del Priore (entrambi a 2 su 4), è proprio all’ultimo attacco che, con una buona prova di carattere, i gialloverdi ottengono il definitivo sorpasso con Accorsi che, con un singolo da 2RBI, spinge a casa sia Cavallari (singolo) che Abbati (base su ball), fatti precedentemente avanzare da una perfetta smorzata di sacrificio di Adelmi. Come spesso è capitato durante questa stagione, Ghio ha chiuso l’incontro da par suo, difendendo il 5 a 4 finale a favore dell’OM Valpanaro.

Box Score di Gara2 dal Sito FIBS

Triplo per Del Priore contro il Bollate e miglior Athletics di Coppa Italia nel box
Triplo per Del Priore contro il Bollate e miglior Athletics di Coppa Italia nel box
A Bollate esordio per il giovane Monti
A Bollate esordio per il giovane Monti

L’ultima partita del Concentramento, OM Valpanaro Athletics Bologna contro Bollate, diventa così decisiva ai fini della qualificazione alle Final Four di Coppa Italia. Mentre i gialloverdi continuano il loro progetto di lavoro sui giovani prospetti, il Bollate si schiera praticamente in formazione campionato con i vari Guadagnino, Herrera, Zamora, Torellas ed Hernandez regolarmente in campo. Però chi pensa che non ci sia partita si sbaglia di grosso perchè i bolognesi, per merito dei propri pitchers (Angelini e Silvestri) e della propria difesa, contiene in modo molto positivo il fortissimo lineup lombardo. Purtroppo il tallone d’achille della serata si dimostra l’attacco che, soprattutto sul pur bravo giovane lanciatore bollatese Garziano, poteva essere molto più produttivo. Comunque, alla fine dell’ottava ripresa, dopo che un bellissimo triplo di Del Priore (ancora il migliore nel box con 2 su 4) aveva portato a casa Venturi (colpito) e dopo che lo stesso Del Priore era giunto a punto grazie alla battuta in diamante di Draghetti, il match è ancora ampiamente in bilico sul 3 a 2 per il Bollate. Al nono, dopo aver risolto i recentissimi problemi fisici, Gerbi entra per tentare la chiusura ma putroppo questa volta il controllo lo tradisce ed il doppio di Bryan Sheldon a basi piene, sull’ingresso sul monte direttamente dall’interbase di Accorsi, indirizza definitivamente il match e la qualificazione alle Final Four verso Bollate.

Box Score di Gara3 dal Sito FIBS

Si chiude quindi una stagione che sicuramente verrà ricordata con enorme piacere ed orgoglio da tutti gli interpreti (Società, tecnici, giocatori ed appassionati), soprattutto perché si è avuta una concreta testimonianza che, se si lavora sul campo con il giusto spirito e la giusta mentalità, si possono conseguire delle bellissime soddisfazioni e si possono raggiungere obiettivi assolutamente non previsti. Come però sempre succede nello sport, quando si ottengono grandi risultati il traguardo più difficile da conquistare è quello di riconfermarsi agli stessi livelli dell’anno precedente. Ecco perché le motivazioni e gli stimoli anche per il 2014 non possono certamente mancare, soprattutto partendo dal presupposto che gli Athletics non stravolgeranno mai la propria filosofia ed identità, basata sulla crescita dei propri giovani e con un passo economico che sarà quello che la gamba consentirà, visto che dovrà sempre essere sostenibile e compatibile.

Articoli consigliati