Masochismo Athletics, l’Arezzo in semifinale

Quarti di finale allievi, al Centro Sportivo Pilastro arriva Arezzo, dominatrice dei raggruppamenti toscani. Gli aretini vengono descritti come una squadra forte fisicamente (tutti i ragazzi sono all’ultimo anno di categoria) ed estremamente pericolosa in battuta.

Gli Athletics vengono da una settimana di intensa preparazione e sembrano al top della forma, ma sabato, per quella che sarà una maratona, si presentano due squadre diverse nello stesso team: una i preda allo stress, notte insonne e infarcita di incomprensibili paure, ed un’altra che poteva essere più produttivamente alla gita organizzata dal parroco, visto l’atteggiamento tenuto in campo ed in panchina. Sicuramente un team che non voleva vincere, per opposti motivi. E certe cose, al di là delle intenzioni, si pagano: Giorgi, starting pitchers di gara 1, trova mille modi, tutti molto originali, per suicidarsi, ed il parziale parla di 7 a 1 per gli ospiti dopo due inning. Gli A’s provano a tornare in partita, grazie alle basi su balls date dai lanciatori ospiti ed a qualche battuta (doppio di Giorgi e singolo di Michelini, 5 a 8 al 4^), ma il gap è troppo ampio e la partita si chiude sul 13 a 7 per Arezzo

Secondo round dopo 45 minuti di sosta, gli Athletics partono bene, 2 punti grazie alla valida di Cavallari, ma la battuta in doppio gioco di Venturi gela l’attacco gialloverde. Michelini parte bene a lanciare, controlla il line up toscano fino al 3^, quando subisce le valide di Capretto e Peracchio e dà una base su balls: obbligato a questo punto l’ingresso di Del Priore, che traghetta alla vittoria la formazione bolognese. Decisivo il 5^ inning, con il doppio di Venturi e la volata di sacrificio di Busi che portano il punteggio sul 6 a 4. Finale ancor più netto: 10 a 4 per i bolognesi

Ed alle 16, dopo già 8 ore passate sul campo di gioco tra riscaldamento e partite, inizia il terzo incontro. Partono bene gli A’s, i coaches gialloverdi spremono il sangue dalle rape ed arrivano due punti al 1^ inning senza valide.

Ma l’attacco di Arezzo è consistente, ed al 3^, con la collaborazione di due macroscopici errori difensivi degli Athletics, passa in vantaggio (2 a 4). Reazione bolognese, a basi cariche Del Priore spara il triplo che sembra decisivo (6 a 4). Arezzo non molla, singolo di Dan, errore all’esterno dei bolognesi su fly di Peracchio, doppio di Giovannini e valida di Burroni, tutto da rifare (6 a 8), nonostante l’ingresso in pedana di Del Priore.

Ma anche i lanciatori aretini sono alla canna del gas, molte le basi su balls e gli A’s impattano (8 A 8) e con due outs riempiono le basi, con il loro uomo migliore nel box, Fabio Del Priore. Momento carico di tensione, Arezzo sembra crollare ma una inspiegabile “pollata” sulle basi dei bolognesi, che lascia basiti coaches e pubblico, dà l’opportunità del terzo out ai toscani ed il catcher Giovannini non se la fa sfuggire.

E’ il colpo del KO: fisicamente e moralmente a pezzi, la Pavignani crolla, subendo 3 punti all’ultimo inning che non verranno recuperati, per il 8 – 11 finale.

Seguici anche su Instagram !