Vittoria scaccia crisi a Padova

Un raggio di sole è finalmente arrivato a portare un po’ di luce nel futuro della Pranzopiù. In una giornata dominata dalle intemperie, con tante partite rinviate o sospese per impraticabilità di campo, nella serata di sabato 17 maggio, sotto una pioggia moderata, ma continua, il Team bolognese è riuscito ad interrompere la striscia negativa, arrivata a sei sconfitte consecutive, conquistando meritatamente un’importante vittoria a Padova. I successi potevano essere due, ma Giove pluvio ci ha messo lo zampino, aprendo le cateratte del cielo al quarto inning di gara uno, annullando la performance dei felsinei che erano in vantaggio in quel momento. Con questa vittoria la classifica si muove, ma non cambia molto, infatti, nelle poche partite disputate, il Crocetta, che sarà il prossimo avversario degli Athletics, fa bottino pieno contro Rovigo e l’Oltretorrente, altra formazione parmigiana, torna da San Lorenzo Isontino con una vittoria. Tutte le altre partite si dovranno recuperare, probabilmente a metà del mese di giugno.

Il tempo di chiamare “gioco” e comincia a piovere. Del resto le previsione non lasciavano scampo a nessuna forma di ottimismo. Roncarati subisce subito un punto, ma al secondo attacco la Pranzopiù sorpassa segnando due punti, poi ancora un punto al terzo, battuto a casa da Ledesma. Ma al quarto, con i bolognesi in attacco ed il Padova in evidente difficoltà, gli arbitri decidono per la sospensione e, non avendo completato il quinto inning, per regolamento, la partita non viene omologata. I ragazzi di Padova si danno un gran daffare per sistemare il campo nelle uniche due ore di tregua che anticipano l’inizio di Gara 2, posticipato di una mezz’ora. Alle 21,00 circa la partita può iniziare e, come in un film già visto, comincia a piovere. Poppi il partente bolognese. Padova in vantaggio (2 a 0) in un primo inning che dura più del previsto. Gli Athletics pareggiano al secondo con valida di Carrà ed un errore dell’interbase padovano su battuta di Pontini. Il comune denominatore di queste prime battute di gioco sono i troppi errori, anche tecnici, commessi dalle due formazioni in campo. Errori che portano il risultato, al terzo, sul 4 a 3 per Bologna, valida di Andrian e volata di sacrificio di Depau. Al quarto inning l’attacco bolognese fa il pieno: 7 punti! il partente veneto è visibilmente in difficoltà, ma viene ugualmente lasciato sul mound. Saletti inizia la rumba con una valida al centro, gli fanno eco Ledesma, tornato a battere con continuità (3 su 6), Roda e Depau (2 su 3), ma è Pontini che sparecchia a basi piene con un gran doppio a sinistra. Gli Athetics ora conducono per 11 a 3 e Padova accusa il colpo. Il quinto inning, decisivo per l’omologazione della partita, è volutamente breve per l’attacco bolognese e la difesa giallo verde fa il suo dovere e blocca il tentativo di reazione dei padroni di casa. Al sesto Padova va in rimonta. Poppi è stanco ed i suoi lanci diventano “visibili”, cede il monte a Gerbi, ma nel corso di questo attacco numero sei, Padova riesce a segnare cinque punti che mettono il sale sulla cosa dei bolognesi che comunque continuano a condurre per 11 a 8. Padova rosicchia un altro punto all’ottavo. Gli Athletics sono determinati a conquistare questa importantissima vittoria ed iniziano l’ultimo inning a testa bassa, segnano un punto e solo un gran doppio gioco difensivo del Padova mette a tacere l’adrenalina bolognese. Roncarati sul monte, nell’insolita veste del closer, chiude la partita conquistando vittoria e salvezza, sono le ore 00,37 di domenica 18 maggio, gli Athletics hanno vinto 12 a 9.

I ragazzi hanno pernottato a Padova nell’improbabile possibilità di recuperare gara uno, ma questa volta le previsioni del tempo ci hanno azzeccato in pieno, infatti si è passati dal “coperto con pioggia forte” durata tutta la notte al “temporali intensi” del mattino. Diamante allagato, tutti a casa.

Resta la vittoria, necessaria al morale della squadra, che comunque ha sempre creduto nelle proprie possibilità senza mai abbattersi. Il rinvio di questa partita è stato alquanto gradito dalla Società di via Pirandello in quanto la lunga striscia degli infortunati, tra guai nuovi e ricadute, si era ancora arricchito di presenze importanti. A molti è venuto alla mente la mitica frase pronunciata da Kevin Kostner in Bull Dhuran… “nel baseball a volte si vince, a volte si perde e a volte piove…” .

Il Campionato ritorna domenica 25 maggio, via Pirandello, contro Crocetta Parma, 10,30 e 15,30.

Seguici anche su Instagram !