WINTER LEAGUE 2018/19: U12 e U14, SI COMINCIA

Les jeux sont faits, alea iacta est: la XXII° edizione della celebre Winter League, relativa al diamante bolognese è incominciata. Essa è composta dal torneo U12 ragazzi per i nati dal 2007 (dagli 8 agli 11 anni) e da quello U14, giunta ormai alla XIII° edizione, per i nati dal 2005 (12-13 anni). Il primo vede la comparizione di squadre molto blasonate, quali Athletics Bologna, Fortitudo BC 1953 Bologna, Junior Rimini, Ravenna Baseball, Pianoro Baseball, S. Lazzaro ’90 e Dustbins Baricella. Gli U14 sono costituiti dal gota del baseball italiano, come BSC Rovigo, Ravenna Baseball, Pol. Padule Sesto Fiorentino, Athletics Bologna, Castenaso Baseball, ASD Goti Godo, Crazy Sanbonifacese, Fortitudo BC 1953 Bologna, Pol. Tozzona Imola e la vincitrice della scorsa edizione, San Marino BSC. La categoria U12 avrà una finale nazionale che si terrà il 10 marzo 2019 al palazzetto Record di Bologna, con, oltre agli Athletics Bologna, quale squadra organizzatrice, le vincenti dei 5 gironi. La categoria U14 è tutta concentrata in quel di Bologna. Per seguire compiutamente ed avere maggiori informazioni sulla manifestazione ci si può collegare al sito ufficiale della Winter League, www.winterleague.it, oppure su Facebook, https://www.facebook.com/WinterLeagueBaseball/.

Per quanto riguarda l’esordio Athletics, registriamo l’inizio positivo, grazie ad un atteggiamento maturo e a un monte di lancio in ottime condizioni, della nostra compagine U12 per l’occasione schierata quasi al completo con, per ordine di battuta, Filippo, Tommaso, Alessandro, Alex, Flavio, Andrea, Camillo, Rafael, Leonardo, Matteo, Achille e Marco; mancava solo Gabriele, indisposto per l’occasione. I giovani leoncini giallo-verdi hanno incrociato le mazze con la grintosa e ben allenata squadra dei Dustbins. Sulla pedana si sono alternati Alessandro, fornendo un’eccellente prestazione, coadiuvato perfettamente dal catcher Leonardo, in 2 inning (IP) con 6 battitori affrontati (AB) e tutti eliminati, 3 Strike-outs, 2 assistenze in prima dello stesso lanciatore (1-3) e un eliminazione in seconda base sull’asse esterno centro seconda base (8-4), mettendo fine ad un probabile quanto pericoloso doppio gioco, subendo così 0. Il secondo lanciatore è stato Alex che in 2 inning ha affrontato 13 battitori effettuando 4 strike-outs, un assistenza lanciatore-prima base, concedendo 4 basi su balls e 2 punti. Ultimo in rotazione si è esibito Flavio, il quale in 1 inning solo per ragioni di tempo, ha affrontato 3 avversari, ottenendo ben 2 strike-otus e 1 base su balls a sottolineare una performance di tutto rispetto e garantendo il risultato finale a favore degli Athletics per 3 a 2.

I nostri ragazzi in attacco, iniziano subito fortissimo segnando 2 preziosissimi punti con Filippo spinto a casa da un potente doppio di Alex. Lo stesso Alex produce il secondo punto grazie ad una valida di Flavio, molto incisiva proiettata sull’esterno centro. La nostra difesa si dimostra attenta e cinica nel coadiuvare l’ottimo lavoro dei lanciatori. Ancora Alex al 3° inning segna il punto decisivo grazie ad una battuta di sacrificio di Andrea. Tutti sono concentrati e ben consci del loro compito. All’inizio del 2° inning, Filippo esplode un potentissimo doppio che lo proietta sul cuscino di seconda base. Un strike-out ed un’ottima assistenza seconda-prima base dei Dustbins spengono le speranze di proseguire oltre e si continua con il 3° inning. Nel 3° e 4° inning a causa di due disattenzioni, le uniche 2 della partita, incameriamo 1 punto per ogni ripresa, con i promettenti in maglia blu, Regina e Panessa, tenendo il risultato in bilico fino alla fine e creando quella suspence necessaria a imprimere nella memoria ogni attimo, ogni evento della giornata. Abbiamo rotto il ghiaccio in Winter League con una meritata quanto sofferta vittoria, con moderata soddisfazione, aspettiamo la seconda partita che si giocherà domenica 13 gennaio alle ore 15,00 contro la temuta Ravenna.

Dustbins = 0 + 0 + 1 + 1 + 0 = 2    Athletics = 2 + 0 + 1 + 0 + X = 3

 

Altrettanto buona la posa della prima pietra del nuovo manufatto U14 (allievi) degli Athletics anche se con esito diverso, avendo perso per 2 a 3 con l’ottima compagine del Ravenna. Prima di intraprendere il resoconto della gara, è d’obbligo rendere edotto che la formazione giallo-verde si compone di ragazzi provenienti da luoghi diversi, non avendo allo stato attuale, la possibilità di allenarsi insieme. Si sono conosciuti per la prima volta, ieri sul diamante bolognese. Pertanto la prestazione esibita assume in quest’ottica una direzione estremamente positiva a prescindere dal risultato, beffardo, se si considera che il punto della vittoria è giunto a causa di una disattenzione importante della nostra difesa. Veritiero se si considera la grintosa performance della squadra avversaria capace di capitalizzare compiutamente le debolezze altrui. Citiamo, dunque i baldi alfieri Mezzetti, Marincolo, Ferraresi (di Bologna), Monda, Caramazza, Manfredini e Rosa (di San Giovanni in Persiceto), Andreoli, Sebastiani, Facchini (di Ozzano). Mancano all’appello Carolingi e Colombo (Bologna), Conforti (Ozzano) assenti per vari motivi. La partita di soli 3 innings per termine del tempo regolamentare di 1 ora, ha vissuto sostanzialmente una perfetta parità fino alla ripresa finale quando il Ravenna ha messo a segno la zampata vincente.

L’inizio folgorante dello scattante Thomas Monda, aveva entusiasmato da subito la nostra panchina (dugout), beneficiando della prima base per raggiunto limite di balls; ricordo che in WL il computo a casa  base inizia obbligatoriamente da 1 ball e 1 strike; successivamente rubava velocemente la seconda e terza base anticipando il ritorno del catcher avversario. Quando sapientemente, furbescamente e repentinamente, approfittando di un lancio fuori controllo dell’ottimo pitcher Buriani, si produceva in una cavalcata trionfale verso casa-base, generando il primo e unico punto della ripresa. Successivamente Mezzetti, 3° in battuta, tentava di imitare il compagno, riuscendo nella medesima maniera a raggiungere la terza base, ma l’inesorabile doppia eliminazione al piatto dei prossimi 2 battitori ne vanificavano la rosea intenzione. In difesa, nonostante l’eccellente prova sul monte di lancio di Mezzetti Axel, che causava ben 3 strike outs su 5 battitori affrontati e 1 sola base su ball, incameravamo il punto del pareggio dal ravennate Federici, anch’egli su lancio pazzo, con le stesse modalità precedentemente illustrate. Ah, ironia della sorte!!

Nel 2° inning, lo stesso Mezzetti, oggi factotum degli A’s, ottenendo sapientemente una base su balls, sospingeva definitivamente a punto Sebastiani Enrico che nel frattempo aveva rosicchiato compiutamente la seconda e terza base, sottraendole alla difesa avversaria. Nella stessa frazione di gioco, il romagnolo Siciliano capitalizzava col massimo risultato il secondo lancio non a segno del nostro pitcher, impattando nuovamente.

Tocca a Abetini celebrare la vittoria per la propria compagine, al 3° e conclusivo inning, sfruttando una tapina incomprensione tra il catcher e la terza base in maglia verde, avendo così la possibilità di segnare comodamente calpestando il piatto di casa.

Avremo modo di crescere ed avere ulteriori soddisfazioni già dalla prossima gara, domenica 13 gennaio alle ore 17,20 contro i toscani del Padule Sesto Fiorentino.

Forza A’s.!!!

Athletics = 1 + 1 + 0 = 2                            Ravenna = 1 + 1 + 1 = 3

 

 

Articoli consigliati