WINTER LEAGUE ALLIEVI U14: YES WE CAN!

Domenica 10 febbraio abbiamo assistito all’ultimo atto della Winter League, categoria U14 (allievi) che hanno visto il pieno successo della Fortitudo Bologna, dominante sotto ogni aspetto, dall’attacco alla difesa. A margine l’elezione del migliore battitore, il rodigino Taschin e il miglior lanciatore, il fortitudino Merolla.

Tornando a casa nostra, i ragazzi hanno disputato la finalina per il 7 posto contro i forti Goti di Godo.

Inizia in attacco Godo che viene immediatamente congelata dall’ottima partenza del nostro lanciatore Carolingi Riccardo, per tre eliminazioni su altrettanti battitori.

In attacco dimostriamo di esserci presentati con il giusto atteggiamento, concentrati e desiderosi di giocare al meglio. Sfruttiamo furbescamente le prime 5 basi su balls concesse consecutivamente per scrivere 2 punti a referto. Seguiranno tre strikeouts. Ottimo inizio. Peccato che la rosea alba abbia visto il susseguirsi di un burrascoso temporale. Quei due punticini saranno l’unico bottino che la nostra formazione riuscirà ad incamerare.

Nel secondo inning il nostro lanciatore subisce alla prima occasione una poderosissima valida di Montalti che si infrange sul muro a perimetro del palazzetto della Record, determinando un doppio per regola. Per fortuna che c’era il manufatto, altrimenti avremmo perso la pallina, per quanto lunga sembrerebbe essere stata la gittata.

Evidentemente lacerato nell’orgoglio, nonostante lo strikeout successivo, quel doppio così prepotente deve essere rimbalzato più volte nei pensieri del nostro lanciatore che ha inanellato una serie di balls, che ha consentito a 3 battitori di raggiungere la prima base e segnare un punto.

In attacco, segniamo zero punti, su tre battitori, nonostante che Mezzetti abbia esploso una potente linea sull’esterno centro romagnolo Cattelli, il quale con una plastica presa al volo spegneva le velleità gialloverdi.

3° inning, continua il momento difficile della difesa. Una valida di Casadio, due basi su balls per Montalti e Scudellari, strike out di Gattelli, Valida di Cela (appena entrato), base su balls per Lucchi e valida/errore della difesa per Kristiancic, portano 3 dolorosissimi punti alla causa dei Goti.

In attacco altri tre Strike outs rivelano la resa sportiva dei nostri ragazzi.

Ultimo inning, influente per l’esito della contesa, vede ancora il guadagno di un ulteriore punto per le casacche rosseblu.

Dal dizionario Treccani, “Aggregazione”: l’aggregare, l’associare e anche il complesso delle persone o delle cose che vengono aggregate o che si aggregano. Nel linguaggio militare, posizione in cui viene a trovarsi il militare il quale, pur continuando a far parte della forza effettiva del proprio reparto, passa temporaneamente o per un periodo temporaneamente o per un periodo indeterminato a far parte di un altro reparto.

Non si può descrivere meglio di così, l’unione di tre realtà provinciali della nostra meravigliosa Baseball City. L’assemblamento di ragazzi provenienti dal vivaio gialloverde, da quello virtussino di Ozzano e da quello persicetano degli Yankees, richiede tempo, impegno e costanza per cementare.

Per creare quella coesione che serve a spostare l’equilibrio assolutamente individuale verso quello corale di squadra.

Sebbene la posizione in classifica (ottavi su una decina di squadre) non sia così ammagliatrice, possiamo certamente asserire che l’esperienza dell’attuale Winter League, codesto banco di prova, abbia restituito ai nostri tecnici delle sensazioni estremamente positive, intravvedendo la luce, constatando una crescita collettiva tale da poter esclamare ad alta voce: “Yes we can!!”

Cioè, parafrasando l’illustre ex Presidente degli Stati Uniti d’America, patria del batti e corri: “sì, possiamo andare avanti”!!

Con le materie inanimate basterebbe l’opera consapevole di chi tira le fila. Ma quando si ha a che fare con i ragazzi, non è sufficiente la consapevolezza, l’ingegnosità e l’impegno dei coaches; serve anche l’aiuto, il mettersi in gioco, il crederci dei nostri giovani athleti. Loro, seguendo la via già tracciata, devono convincersi della bontà del progetto e agire concretamente, cercando di superare l’empasse della timidezza e interrompere quel clima di apatia che ancora regna sul diamante casalingo.

Intrecciate le vostre esperienze, parlate fra di voi, interagite di più e crescerete tutti.

Sempre forza A’s!!!

 

Seguici anche su Instagram !